Tutte 728×90
Tutte 728×90

Boom Boom Cosenza. A Trapani acuto da Serie B (0-2)

Boom Boom Cosenza. A Trapani acuto da Serie B (0-2)
Photo Credit To foto savalli sebastiano

Un Cosenza perfetto batte per la quinta volta su cinque incontri il Trapani di Calori. Okereke e Tutino lanciano in orbita la formazione di Braglia: Lupi ai Quarti di finale!

Alzi la mano chi non ha iniziato a farci la bocca. Il risultato dello scorso campionato è stato eguagliato: quarti di finale furono una stagione fa, quarti di finale sono adesso. Ma, forse, con una prospettiva diversa perché non c’è una vera e propria corazzata come lo era il Parma. Il Cosenza, anche a Trapani, ha dimostrato di stare da Dio e di non soffrire mai oltre il dovuto. Il 2-0 firmato Okereke-Tutino è un deja-vu della gara di andata, maturato nuovamente nella ripresa e che suona con un messaggio chiarissimo a tutte le altre sette squadre che sfideranno nei quarti. Ai sorteggi, tutti pregherebbero oro per evitare il Cosenza nell’urna.

Calori rispetto alla gara del Marulla cambia. Innanzitutto in avanti c’è Polidori dall’inizio con Evacuo che si accomoda in tribuna, inoltre anche in mediana schiera dei volti nuovi come Scarsella e Rizzo. Dietro si affida a Visconti e non a Pagliarulo. Braglia invece non può fare altro che  confermare Tutino e Okereke in attacco, devastanti domenica sera al Marulla. A centrocampo c’è Palmiero a dettare i ritmi del gioco, mentre l’unica novità rispetto all’undici di qualche giorno fa è il rientro dal 1′ di Pascali al posto di Camigliano. Baclet è ko e non va neppure in panchina.

Copione chiaro: padroni di casa aggressivi e alla ricerca di un gol e rossoblù pronti a ripartire. Pascali si fa male quasi subito, ma quando Tutino chiama a rimorchio Bruccini in molti pensano al gol. Il tiro è sbilenco, ma era occasione vera come quella del 20’ con lo stesso attore protagonista che trova sulla sua strada i guantoni di Furlan. Corapi e compagni non riescono ad orchestrare una manovra realmente pericolosa, talvolta si affidano a Marras, ma quando lanciano lungo non c’è storia perché la retroguardia dei Lupi fagocita ogni pallone. A provarci è il solo Palumbo su punizione, ma il tentativo non toglie di certo il sonno a Saracco. Per il resto i siciliani protestano per un presunto fallo di Corsi su Murano appena entrato in area, ma non fanno nient’altro fino al break. Anzi, nelle battute conclusive sono i ragazzi di Braglia a stazionare pericolosamente nei pressi dell’area avversaria.

In avvio di ripresa Visconti perde palla e concede un tre contro due al Cosenza che solo una diagonale perfetta di Fazio sventa. Okereke era lì pronto a battere indisturbato dall’interno dei sedici metri. Sono le prove del gol che arriva al 18’. Il colerd dei Lupi approfitta di una frittata dei granata e da centrocampo si invola da solo verso la gloria. Il destro è perfetto, l’esito è letale perché lo stadio inizia a contestare squadra e società dopo lo svantaggio. La risposta del Trapani è una zuccata di Polidori su un bel cross di Bastoni, ma è solo un acuto. Braglia controlla il match fino al 90’, Tutino raddoppia di testa su assist di Corsi e un sorriso, finalmente, scappa anche a lui mentre Corsi e compagni corrono felici verso la curva. Il tecnico ha battuto cinque volte su cinque Calori, il capitano vuole completare un percorso iniziato nell’anno del Centenario. (Antonello Greco)

CRONACA.
1′ Inizia il match. Cosenza in divisa bianca, Trapani in maglia granata
3′ Angolo di Corapi, la palla viene deviata e finisce sul fondo
4′ Ci prova anche il Cosenza su corner, Pascali prova a colpire di testa ma infastidito da un avversario non riesce ad indirizzare la palla verso la porta
10′ Scarsella ci prova dalla distanza, la palla deviata si impenna e Saracco fa sua la sfera
11′ Polidori va via sulla sinistra e dal fondo prova una sorta di tiro che viene deviato in angolo. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto
12′ Primo cambio per il Cosenza. Fuori per infortunio Pascali e dentro Camigliano
15′ Buona azione per il Cosenza. Tutino riceve palla al limite ed effettua una sponda con il petto per Bruccini che in corsa prova il tiro ma la sfera termina abbondantemente sopra la traversa
19′ Gran tiro di Bruccini dalla distanza, Furlan respinge come può la sfera che rimane davanti la porta con Tutino che prova ad intervenire ma viene disturbato da un difensore granata forse irregolarmente ma il direttore di gara fa proseguire
24′ Cross di Rizzo dalla sinistra, la palla viene deviata da Corsi che per poco non inganna Saracco che però fa sua la sfera in due tempi
31′ Palumbo ci prova su punizione la palla sfiora l’incrocio dei pali e termina sul fondo
32′ Murano servito in area ha l’occasione per colpire da solo davanti a Saracco ma interviene Idda che con un intervento rischioso sul pallone riesce ad evitare la minaccia. Proteste dei giocatori del Trapani
43′ Occasionissima per il Cosenza. Scambio Okereke-Bruccini in velocità quest’ultimo arriva sul fondo e mette al centro una palla bassa e insidioso ma nessun rossoblù riesce a colpire verso la porta
45′ Un minuto di recupero
45′ Occasionissima per il Cosenza. La sfera viene colpita di testa in area, Furlan respinge come può e per poco i rossoblù non la mettono dentro
45’+1′ Finisce la prima frazione di gioco a reti inviolate
SECONDO TEMPO
1′ Riprende la seconda frazione di gioco
7′ Doppio cambio per il Trapani. Fuori Murano e Scarsella e dentro Campagnacci e Bastoni
13′ Bastoni prova il tiro da posizione defilata, saracco respinge la minaccia
18′ Gooooooool del Cosenza. Errore difensivo da parte della retroguardia granata che lascia palla ad Okereke che si invola verso la porta e con un gran tiro trafigge Furlan: 1-0
19′ Doppio cambio per il Trapani. Dentro Pagliarulo e Minelli per Fazio e Palumbo
21′ Bastoni ci prova dalla distanza la palla termina sopra la traversa
22′ Polidori ci prova di testa, la palla sfiora il palo e termina fuori
25′ Secondo cambio per il Cosenza. Fuori Okereke e dentro Perez
28′ Ultimo cambio per il Trapani. Fuori Rizzo e dentro Dambros
30′ Dermaku colpisce di testa la palla termina di poco  a lato dalla porta difesa da Furlan
33′ Goooooooooool del Cosenza. Ancora un errore della formazione granata la palla viene recuperata da Corsi che va via sulla sinistra crossa in mezzo per Tutino che di testa batte Furlan: 2-0
40′ Triplo cambio per il Cosenza. Fuori Palmiero, Mungo e D’Orazio. Dentro Loviso, Calamai e Ramos
45′ Quattro minuti di recupero
45’+4: Cosenza ai quarti di finale.

 

Il tabellino:
TRAPANI (3-5-2): Furlan; Fazio (19’ st Pagliarulo), Drudi, Visconti; Marras, Scarsella (7’ st Bastoni), Corapi, Palumbo (19’ st Minelli), Rizzo (27’ st Dambros); Polidori, Murano (7’ st Campagnacci). A disp.: Pacini, Ferrara, Silvestri, Steffè, Canino, Aloi, Ferretti. All. Calori
COSENZA (3-5-2): Saracco; Idda, Dermaku, Pascali (12’ pt Camigliano); Corsi, Bruccini, Palmiero (41’ st Loviso), Mungo (41’ st Calamai), D’Orazio (41’ st Ramos); Okereke (27’ st Perez), Tutino. A disp.: Zommers, Boniotti, Pasqualoni, Trovato, Sueva. All. Braglia
ARBITRO: Sozza di Seregno
MARCATORI: 18’ st Okereke (C), 33’ st Tutino (C)
NOTE: Spettatori circa 4.235 con buona rappresentanza ospite. Espulsi: -; Ammoniti: Saracco (C); Angoli: 6-3; Recupero: 1’ pt – 4’ st

 

Related posts