martedì,Giugno 28 2022

Crisi di Governo, Di Maio: «E’ inspiegabile». Crimi: «Italia Viva tradisce gli italiani»

«Il Pd continua a chiedere un rilancio di governo ma una cosa è chiedere di rafforzarlo un’altra è farlo cadere. Il Pd ha promosso il rilancio ma rilancio non è mandare a casa il governo o provocare una crisi che il 99% italiani non capisce. E’ un grave errore politico e io lancio un appello

Crisi di Governo, Di Maio: «E’ inspiegabile». Crimi: «Italia Viva tradisce gli italiani»

«Il Pd continua a chiedere un rilancio di governo ma una cosa è chiedere di rafforzarlo un’altra è farlo cadere. Il Pd ha promosso il rilancio ma rilancio non è mandare a casa il governo o provocare una crisi che il 99% italiani non capisce. E’ un grave errore politico e io lancio un appello al buon senso”, ha detto questa mattina il segretario del Pd Nicola Zingaretti a Sky Tg24. «Se Italia Viva ritira le ministre l’evoluzione sarà una valutazione che farà il premier Conte con il presidente Mattarella, spero che ci si renda conto che così si entra in un tunnel di cui nessuno conosce l’uscita. Il vaso si rompe, i cocci non si rimettono insieme».

Per Di Maio è una crisi inspiegabile

«Una crisi di governo è inspiegabile. Non solo perché siamo nel bel mezzo di una pandemia e dobbiamo fare il decreto ristori. Ma anche perché questo è l’anno in cui l’Italia presiederà il G20 e in Italia ci sarà la conferenza globale sulla salute» ha dichiarato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ad Agorà su Raitre. «La crisi non interessa agli italiani ma neanche all’estero. Il Mes non è un tema ideologico ma un prestito a delle condizioni così difficili e così complicate che nessun Paese europeo lo ha chiesto», mentre sul sul reddito di cittadinanza «sfido chiunque a dire che non sia stato un pilastro di questa crisi. Se qualcuno lo vuole togliere deve spiegarlo a quei tre milioni di italiani che lo hanno ricevuto». Di Maio infine ha risposto così sulla possibili crisi di Governo: «Siamo vaccinati alle crisi».

L’ira di Crimi contro Italia Viva

Il capo politico del M5S Vito Crimi, parlando all’Ansa, ha definito un «tradimento agli italiani» la possibilità che i ministri di Italia Viva escano dal governo. «Mi sembra un’ipotesi impensabile, sarebbe un tradimento verso gli italiani nel momento più difficile. Stiamo lavorando e facendo molto e tante cose ci sono da fare. Le persone ci chiedono risposte, hanno bisogno di aiuto e che le istituzioni si facciano carico dei loro problemi, compiendo fino in fondo loro dovere. Chiamarsi fuori ora sarebbe di fatto un sabotaggio ai danni del Paese» ha sottolineato Vito Crimi. «Se Renzi si rende colpevole del ritiro dei suoi ministri, con lui e Italia Viva non potrà esserci un altro governo».