lunedì,Gennaio 17 2022

Covid, in Italia i No Vax sono costati oltre 143 milioni di euro

Report di Altems: tra novembre e dicembre 7.445 non vaccinati avrebbero potuto evitare il ricovero e 1.131 la terapia intensiva

Covid, in Italia i No Vax sono costati oltre 143 milioni di euro

Ha iniziato l’Austria lo scorso novembre obbligando i non vaccinati al lockdown, poi, a causa del dilagare della pandemia e della variante Omicron nelle ultime settimane, stiamo assistendo allo scatenarsi nel mondo di una vera e propria “guerra ai no vax”, con misure e restrizioni sempre più rigide. Eppure il loro comportamento di non volersi vaccinare sta costando caro al sistema sanitario nazionale. In 30 giorni, infatti, le mancate vaccinazioni anti-Covid (ciclo completo e booster) in Italia sono costate oltre 143 milioni di euro in ricoveri altrimenti evitabili. E’ il dato che emerge dall’80° Instant Report di Altems, l’Alta Scuola di Economia e Management dei sistemi sanitari dell’Università Cattolica.

Nel dettaglio – evidenzia il rapporto – si vede che il 90% dei non vaccinati ospedalizzati non avrebbe avuto bisogno del ricovero in area medica se avesse fatto il vaccino. Tra i degenti in terapia intensiva non vaccinati, il 94% avrebbe evitato il ricovero in area critica. Quindi, gli ospedalizzati non vaccinati che avrebbero evitato il ricovero in area medica, nel periodo temporale sopra considerato, sono pari a 7.445, mentre quelli dell’area critica sono pari a 1.131.

Per quanto riguarda invece le dosi booster non somministrate, si stima che l’84% dei non vaccinati con terza dose ricoverati (pari a 5.564 individui) non avrebbe avuto bisogno del ricovero in area medica se avesse fatto la terza dose. Tra i ricoverati in terapia intensiva non vaccinati con terza dose, il 78% (pari a 389 individui) avrebbe evitato il ricovero in area critica.

fonte: Adnkronos