Tutte 728×90
Tutte 728×90

Corsi: “Se lo avessi saputo prima… non avrei mai fatto gol al Cosenza”

Corsi: “Se lo avessi saputo prima… non avrei mai fatto gol al Cosenza”

Il centrocampista dei Lupi rientrerà domenica: “Per venire qui ho forzato la mano con l’Aprilia, ma preferisco giocarmi sei mesi in rossoblù che firmare un biennale altrove”.
corsi con arzaneseAngelo Corsi in occasione della sua prima gara in rossoblù contro l’Arzanese (foto shartella)
E’ uno degli ultimi arrivati Angelo Corsi, ma sembra essersi già calato in quella parte che la posizione in classifica del Cosenza può regalare ai componenti dello spogliatoio. Il centrocampista ex Aprilia infatti non nasconde l’orgoglio di far parte del gruppo di Cappellacci e ripensando al recente passato rivela con onestà: “Avessi saputo prima di avere la possibilità di essere un giocatore del Cosenza, quel gol con l’Aprilia e contro i miei attuali compagni di squadra lo scorso dicembre probabilmente non l’avrei segnato – dice sorridendo – Non è stato facile lasciare i biancazzurri, non volevano mandarmi via e mi avevano addirittura offerto un biennale per convincermi a rimanere. Facendo un po’ di rumore però sono riuscito a liberarmi e a far parte di questo progetto perché credo che sei mesi col Cosenza valgano molto di più che 2 anni con un’altra squadra. Per le possibilità e per le potenzialità che questa piazza offre, un treno come questo passa poche volte nella vita. Credo di aver fatto la scelta giusta e da quando sono arrivato ne sono sempre più convinto perché ho trovato un grande gruppo con qualche mio ex compagno, un allenatore super motivato e una piazza incredibile”. Corsi ha scontato il turno di squalifica e domenica sarà pronto a far parte della spedizione che cercherà di tornare con i tre punti da Mlefi. “Siamo reduci da due domeniche non brillantissime, è vero, la sconfitta è ancora scottante perché se andiamo a vedere la classifica abbiamo perso contro una delle ultime. Ora andiamo a Melfi per vincere, noi siamo il Cosenza, abbiamo qualità maggiore e se giocheremo con pari cattiveria vinceremo certamente noi. Nello spogliatoio siamo rammaricati per aver guadagnato solo un punto in due partite, ma non ci siamo buttati troppo giù, non credo sia utile fare drammi, considerata la situazione generale ed i punti in classifica possiamo ancora definire rosea la situazione. Da oggi in poi sarà importante ragionare partita dopo partita senza fare programmi, dopo il Melfi penseremo alla gara del centenario e sappiamo quanto i tifosi ci tengano. Questa è la nostra filosofia, in campionato ci sono diverse squadre dall’alto tasso tecnico e qualitativo come la Casertana o il Foggia, ma il Cosenza è certamente da podio”. (Mariella Lonoce)

Related posts