Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tedeschi e Ciancio stringeranno i denti. Ma il Cosenza ha un paio di ballottaggi

Tedeschi e Ciancio stringeranno i denti. Ma il Cosenza ha un paio di ballottaggi

Il centrale dovrebbe essere al proprio posto. Roselli: “Devo riflettere su alcune cose, ma vorrebbero giocare tutti. Ho delle sensazioni e mi baserò su questo”.

Giorgio Roselli tira un mezzo sospiro di sollievo. O almeno così pare. Le condizioni di Luca Tedeschi e Simone Ciancio, entrambi convocati, non sono delle migliori, ma entrambi hanno disputato per intero la rifinitura con i compagni. Nel caso di forfait si tratterebbe di assenze pesanti, soprattutto quella del centrale bolognese che nel ruolo di competenza ha pochi uguali in categoria. “Qualche dolore lo sentono entrambi, ma stringeranno i denti – ha detto Roselli – Hanno dimostrato per tantissimi mesi di essere pronti a sacrificarsi e sono pronti a permettermi di fare alcune scelte”. Ad ogni modo l’elenco dei convocati comprende anche Arrighini, Arrigoni, Blondett, Caccetta, Cavallaro, Corsi, Criaco, Di Nunzio, Di Somma, Fiordilino, La Mantia, Minardi, Parigi, Perina, Pinna, Saracco, Statella e Ventre. In tutto 20 elementi, con Vutov che ha finito anzitempo il campionato perché squalificato. “Mi è dispiaciuto molto per lui. Stamattina si è messo a disposizione ed è andato a Catania con la Berretti. Vutov ha sbagliato a perdere la testa e spesso ha cambiato il passo del gruppo nella ripresa”. Per ciò che concerne la formazione titolare, le scelte davanti a Perina potrebbero essere obbligate. L’impressione è che, a prescindere da Tedeschi, possa giocare Blondett da stopper. Nel peggiore dei casi lo farebbe di fianco a Di Nunzio. Corsi e Pinna, invece, giostrerebbero sulle corsie laterali. “Quando affrontiamo squadre come il Foggia, è normale che io pensi ad ogni soluzione tattica. Devo riflettere su alcune cose, ma vorrebbero esserci tutti. Ho delle sensazioni e mi baserò su questo”. A centrocampo in settimana si è mosso bene Criaco, ma contro il nuovo 3-4-3 di De Zerbi è probabile che il trio Arrigoni-Caccetta-Fiordilino non venga toccato. Ciò implicherebbe l’utilizzo di Statella sull’out destro e della coppia Cavallaro-Arrighini in attacco. Se a sorpresa Roselli dovesse rispolverare Criaco, Statella tornerebbe a sinistra e con il centravanti pisano toccherebbe a La Mantia, capocannoniere della squadra con 8 centri. “Non abbiamo sostanzialmente mai giocato con i tre a centrocampo, ma Fiordilino occupa una posizione diversa – chiude Roselli – Il Foggia cambia gioco con grande maestria per trovare la superiorità: il Cosenza dovrà evitare che ciò avvenga a prescindere se giocherà esterno a centrocampo Fiordilino, Ciancio o Criaco”.

CLICCA QUI PER LA NUOVA PAGINA FACEBOOK DI COSENZACHANNEL – ATTUALITA’

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it