Tutte 728×90
Tutte 728×90

Padalino: «Non è facile giocare contro il Cosenza. Si difende in otto»

Padalino: «Non è facile giocare contro il Cosenza. Si difende in otto»
Photo Credit To Michel Caputo

L’allenatore del Lecce sottolinea: «Poca differenza tra i due tempi. Dovevamo trovare il buco giusto per scardinare una linea difensiva affollata».

Il primo a presentarsi in sala stampa è stato il tecnico del Lecce Padalino che è apparso soddisfatto per l’atteggiamento della sua squadra ma un po’ meno per quanto riguarda il risultato. «La partita è sempre stata sotto il nostro controllo. Non è stata una gara dai due volti, per tutti i 90’ abbiamo avuto il pallino del gioco mentre il Cosenza si è difeso con ben otto uomini dietro la linea della palla. I concetti erano però sempre gli stessi: trovare il buco giusto per scardinare una linea difensiva composta da otto calciatori. Non era per nulla facile, visto che non abbiamo concesso quei contropiedi che sono l’arma migliore dei rossoblù. Infatti abbiamo perso gol quando abbiamo perso palla nella loro trequarti».

Nei primi minuti della ripresa il Lecce ha trovato il pari anche grazie agli ordini impartiti da Padalino. «Abbiamo spinto con un dinamismo diverso ed è arrivato l’1-1. Gomys avrà fatto al massimo un’uscita. Queste gare, però, è molto più facile perderle che portarle a casa». Il Cosenza secondo il trainer salentino si è difeso bene pressando e chiudendo tutti gli spazi. «Non è facile scardinare una retroguardia come quella rossoblù che si è difesa con 8 uomini dietro la linea della palla. A mio avviso siamo stati bravi a trovare il varco giusto e a non subire le ripartenze del Cosenza. Potevamo fare sicuramente di più ma va dato merito ai rossoblù che non ci hanno consentito di giocare come avevamo preparato la partita».

L’ultima battuta Padalino la riserva alla difficoltà del campionato. «Questo è un torneo molto complicato. Non ci sono partite semplici e tutti gli avversari possono crearti delle difficoltà».

Related posts