Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fuscaldo-Morrone, sospeso per “rissa” il big-match del Girone B di Seconda Categoria. Ma è “giallo”… Il fotoracconto della partita

Il sig. Miscimarra di Lamezia Terme ha ritenuto grave il capannello che s’è creato tra i giocatori delle due squadre al 27′ del secondo tempo con la Morrone che conduceva per 1-0 grazie al gol di Oliveto.

 

Brutto epilogo per il big-match del Girone B di Seconda Categoria tra Fuscaldo e Morrone. La partita è infatti stata sospesa al minuto 27 del secondo tempo al termine di un capannello tra i giocatori delle due squadre. Chiamare rissa quello che è successo tra i protagonisti in campo, sarebbe veramente troppo. Evidentemente però, per l’arbitro Miscimarra di Lamezia Terme, quello che è accaduto è stato così grave da dover sospendere definitivamente la gara.

I FATTI – Tutto è nato da un fallo di gioco del nuovo entrato dei padroni di casa Salomone sul n.7 della Morrone Linardi. Quest’ultimo ha accennato una reazione che ha innescato un capannello tra le due squadre con lo stesso Salomone che ha provato a colpire goffamente con un calcio qualcuno della squadra cosentina, ruzzolando quasi comicamente all’indietro (qui il video). Da lì sono continuate le discussioni tre gli uomini in campo e le due panchine. Con la maggior parte tra calciatori e panchinari, che provavano a sedare gli animi. L’arbitro nel frattempo si avviava negli spogliatoi scortato dai Carabinieri non volendone sapere di riprendere la partita e lasciando tutti quanti con l’amaro in bocca, visto che, dopo pochi istanti, tra tutti i protagonisti, era tornata l’armonia. Una decisione che ha lasciato sbigottiti tutti i presenti.

LA PARTITA – La Morrone fino a quel momento era in vantaggio. Un gol di Oliveto al 37′ del primo tempo stava risovendo la contesa tra le due squadre, prima e seconda in classifica. Una partita non certo spettacolare ma tirata. Del resto la posta in palio era di quelle importanti. Il terreno dello Zicarelli, logorato dalle abbondanti pioggie che hanno imperversato in questi giorni, è quello da battaglia. Il Fuscaldo la mette subito sul piano fisico con Leta che “ara” letteralmente campo ed avversari a centrocampo. Sulle fasce i tirrenici ci provano con le incursioni di Cinnanti e Mazzei ma in avanti Lanza è troppo leggero ed è stretto nella morsa dei due centrali della Morrone. I cosentini dalla loro sono più manovrieri ma accettano la lotta e combattono su ogni palla. La tecnica dei vari Garritano, Oliveto e Spadafora non basta per sfondare contro l’attenta retroguardia fuscaldese. Di emozioni ce ne sono ben poche. La prima azione pericolosa è del Fuscaldo con Mazzei che arriva pochi centimetri in ritardo sul cross di Cinnanti al 24′. La Morrone risponde con i calci piazzati. Granata al 36′ su punizione impegna severamente Marcone che si rifugia in corner. Dalla bandierina, batte Linardi, Marcone respinge corto e sulla palla si avventa Oliveto che porta avanti i suoi con una zampata da vero bomber. E’ l’ultima azione del primo tempo ma nella ripresa la falsariga della partita non cambia. Leta ci prova dalla distanza ma Cosimo blocca in due tempi. Martora prova a cambiare la squadra con i cambi ma la Morrone controlla senza grandissima affanni. Poi la sospensione per i fatti già raccontati. Adesso non resta che aspettare le decisioni del Giudice Sportivo. (Alessandro Storino)

Related posts