Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza ricambia l’ospitalità: scolaresca di Catanzaro nella città dei Bruzi

Cosenza ricambia l’ospitalità: scolaresca di Catanzaro nella città dei Bruzi

Il sindaco Occhiuto: «Onorato di accogliere gli studenti catanzaresi. Gli faremo visitare i nostri poli museali, regalando loro così una giornata spensierata. In campo, poi, vincano i Lupi!».

«Si respira sempre un’emozionante attesa nella settimana che precede il più importante derby di Calabria tra Cosenza e Catanzaro». Il sindaco Mario Occhiuto, come da tradizione, interviene ancora una volta nella stagione in corso auspicando il clima delle grandi occasioni per la gara di ritorno che domenica 8 aprile vedrà i lupi scendere in campo contro le aquile allo stadio “San Vito-Gigi Marulla”.

«Oltre il semplice match di campionato – dichiara Occhiuto – e oltre le rispettive situazioni di classifica, il derby fra rossoblù e giallorossi porta con sé un sapore speciale. Aspettiamo tutti di godere anche dello spettacolo offerto dalle tifoserie sugli spalti, dell’atmosfera festosa, dei gradoni che danno un colpo d’occhio a effetto. Come primo cittadino sono onorato – aggiunge – che la società del presidente Guarascio e la mia Amministrazione ricambino l’ospitalità ricevuta qualche mese fa al Ceravolo, accogliendo un nutrito gruppo di studenti catanzaresi ai quali faremo visitare i nostri poli museali, regalandogli così una giornata spensierata. Lo sport è infatti palestra di vita, cultura, confronto, civile convivenza». Sono stati invitati gli alunni dell’istituto “Pascoli” di Catanzaro e quelli dell’Istituto “Zumbini” di Cosenza, accompagnati dalle dirigenti Elia e Iusi, ad assistere insieme alla gara. Ai cento ragazzi sarà offerto un pranzo “al sacco”.

«Mi auguro che sia sull’erbetta che sulle tribune tutto si svolga secondo la correttezza e la sana competizione. Naturalmente, però, spero che a vincere il derby sia la squadra di mister Braglia e che il Cosenza torni a battere in casa il Catanzaro dopo ben 33 anni. Viva lo sport – conclude Occhiuto – e sempre forza lupi!».

Related posts