Tutte 728×90
Tutte 728×90

Accoltella il fratello per motivi ereditari, arrestato dai carabinieri

Accoltella il fratello per motivi ereditari, arrestato dai carabinieri

E’ già trascorsa la mezzanotte, quando alla Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Cosenza giunge una chiamata dai medici del pronto soccorso dell’Ospedale “Annunziata” i quali avvisano della presenza, nel reparto di rianimazione,  di un uomo accoltellato alla schiena in pericolo di vita.

Sul posto sono arrivati i militari del pronto intervento 112 della Compagnia Carabinieri di Cosenza che hanno constatato effettivamente il ricovero un romeno di anni 33 colpito da un affondo di lama alla scapola sinistra. Nella circostanza i Carabinieri hanno notato la presenza di un altro soggetto romeno di anni 38 che si era recato presso lo stesso Pronto Soccorso per farsi medicare alcuni traumi ed escoriazioni superficiali.

Le attività investigative svolte dai carabinieri

I militari insospettiti hanno proceduto all’identificazione dell’uomo che guarda caso corrispondeva al fratello del romeno accoltellato. Pertanto, nel cuore della notte,  l’uomo dopo essere stato medicato dai sanitari dell’Ospedale è stato prelevato ed accompagnato in Caserma al fine di chiarire i motivi del proprio ferimento e di quello del fratello in pericolo di vita.

Nelle successive ore, alle prime luci dell’alba, si ricostruiva la storia che aveva coinvolto i due fratelli i quali, a seguito di una lite verbale per questioni ereditarie, erano arrivati ad vera e propria colluttazione fisica all’interno del cortile dell’abitazione dell’aggressore, finita con l’accoltellamento da parte di quest’ultimo del proprio fratello.

Interrogato nel corso della notte dal pm di Cosenza

Dalla ricostruzione dei fatti, sono emerse chiare responsabilità del romeno 38enne, per il reato di tentato omicidio. Sul posto interveniva oltre al personale della Compagnia Carabinieri di Rende anche personale specializzato del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Cosenza, nonché il P.M. di turno della Procura della Repubblica di Cosenza, il quale ha proceduto ad interrogatorio, assieme alla Polizia Giudiziaria, dell’indagato, per poi emettere il provvedimento di fermo di indiziato di delitto.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it