Cronaca

Rapina a Mandatoriccio, i carabinieri fermano due romeni

Rapina a Mandatoriccio, i carabinieri fermano due romeni. Le indagini sono condotte dalla Compagnia di Rossano.

Nella tarda mattinata di ieri, i militari dell’Arma di Mandatoriccio supportati dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rossano, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di rapina aggravata due cittadini romeni, F. C. classe 1993 e F. R. classe 1997, entrambi incensurati. Nel corso di un servizio di controllo del territorio nei pressi del cimitero di Mandatoriccio, i carabinieri hanno notato che i due giovani alla vista della pattuglia, tentavano di svincolarsi e, pertanto, hanno deciso di sottoporli ad un controllo approfondito. Trovati tre smartphone in possesso dei due giovani che, per fattezze e modello, risultano essere compatibili con altrettanti cellulari oggetto di furti e rapine occorsi nella frazione marina di Mandatoriccio lo scorso 5 luglio.

Rapina a Mandatoriccio, trovati i responsabili

Gli approfondimenti investigativi hanno rivelato come tutta la refurtiva rinvenuta appartenesse a cittadini che nei giorni precedenti avevano denunciato atti criminosi volti proprio a sottrarre tali beni. In due occasioni, le vittime delle rapine sarebbero state malmenate ed avrebbero subito anche lesioni sostanzialmente rilevanti, mentre un terzo episodio si sarebbe verificato in Isola di Capo Rizzuto alla fine del mese di giugno.

I due malfattori, oltre ad essere stati trovati in possesso della refurtiva, sono stati anche in parte riconosciuti dalle persone che avevano sporto denuncia. Tali testimonianze si sono rese necessarie e fondamentali, in quanto nelle aree ove si sono verificati gli atti criminosi non insistono sistemi di videosorveglianza pubblica né privata.

La procura di Castrovillari firma il decreto di fermo

Per i due cittadini romeni è scattato quindi un provvedimento di fermo di indiziato di delitto e, su disposizione del magistrato di turno della Procura di Castrovillari, diretta dal Procuratore della Repubblica Eugenio Facciolla, sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Castrovillari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’episodio di ieri ha mostrato come, soprattutto nel contrasto ai reati predatori, una efficace azione di controllo del territorio possa fornire ottimi risultati qualora vi sia la costruttiva partecipazione e l’importante aiuto dei cittadini.

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina