martedì,Febbraio 7 2023

Scuole superiori di secondo grado in classe solo a gennaio: ecco la decisione

I licei e gli istituti tecnici, costretti alla didattica a distanza dall’ultimo Dpcm, torneranno a scuola a gennaio. Così ha deciso il Consiglio dei ministri. «Le scuole sono in grado di riaprire sin da subito, siamo in grado di farlo», avrebbe detto il ministro dell’Isruzione, Lucia Azzolina. Ma davanti a chi sollevava i dubbi delle

Scuole superiori di secondo grado in classe solo a gennaio: ecco la decisione

I licei e gli istituti tecnici, costretti alla didattica a distanza dall’ultimo Dpcm, torneranno a scuola a gennaio. Così ha deciso il Consiglio dei ministri. «Le scuole sono in grado di riaprire sin da subito, siamo in grado di farlo», avrebbe detto il ministro dell’Isruzione, Lucia Azzolina. Ma davanti a chi sollevava i dubbi delle regioni, che hanno chiesto di ripartire a gennaio con la didattica in presenza, il premier Giuseppe Conte ha preferito rimandare l’apertura delle scuole superiori di secondo grado a gennaio, dando la possibilità di programmare un piano trasporti adeguato affinché si evitano assembramenti e ci siano ingressi scaglionati in classe.

«Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado – si legge – adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica in modo che il 100 per cento delle attività sia svolta tramite il ricorso alla didattica digitale integrata e che, a decorrere dal 7 gennaio 2021, al 50 per cento della popolazione studentesca sia garantita l’attività didattica in presenza».

COPRIFUOCO

Coprifuoco dalle 22, anche a Natale e Capodanno (in questo caso fino alle 7 di mattina e non alle 5 come negli altri giorni).

NEGOZI

Negozi aperti fino alle 21 tranne a Natale e Santo Stefano.

RISTORANTI

Aperti a pranzo il 25 e 26 dicembre, a Capodanno e per l’Epifania fino alle 18. Aperti sotto le feste anche gli alberghi di montagna ma con servizio in camera sempre a partire dalle sei del pomeriggio.

Articoli correlati