sabato,Luglio 2 2022

Alessandria-Cosenza: le pagelle. Il Tir è il migliore, Pirrello errore grave

Un ingenuo errore nelle marcature su un calcio d’angolo costa il ko ai rossoblù. In Alessandria-Cosenza i grigi sono cinici e ne approfittano per centrare la loro prima vittoria in campionato. Il migliore del Cosenza è Tiritello. Errore da matita rossa per Pirrello. Male anche Caso. Queste le valutazioni sui singoli calciatori: VIGORITO: VOTO 6

Alessandria-Cosenza: le pagelle. Il Tir è il migliore, Pirrello errore grave

Un ingenuo errore nelle marcature su un calcio d’angolo costa il ko ai rossoblù. In Alessandria-Cosenza i grigi sono cinici e ne approfittano per centrare la loro prima vittoria in campionato. Il migliore del Cosenza è Tiritello. Errore da matita rossa per Pirrello. Male anche Caso. Queste le valutazioni sui singoli calciatori:

VIGORITO: VOTO 6 Fino all’infortunio non deve compiere alcun intervento significativo. L’unico che compie, sul colpo di testa di Marconi, è comunque reso vano dal fischio dell’arbitro.
TIRITIELLO: VOTO 7 Prova di spessore per il difensore toscano. Gli attaccanti dell’Alessandria girano a largo. Salva un gol nel primo tempo.
RIGIONE: VOTO 5,5 Non concede praticamente nulla a Marconi… tranne la sponda sul gol che decide Alessandria-Cosenza. Ed purtroppo un episodio che decide la gara. Peccato perché guida il reparto con grande esperienza e sicurezza.
PIRRELLO: VOTO 5 Prova discreta a livello difensivo. Meno bene quando deve impostare. Va in difficoltà quando deve farlo di sinistro e perde qualche palla di troppo. Gli sfugge Di Gennaro sul gol e l’errore è da matita rossa.
SITUM: VOTO 5,5 Non è quello delle altre partite. Non riesce mai a saltare l’uomo. Si intestardisce spesso e volentieri. Meglio in fase difensiva.
CARRARO: VOTO 6 Bravo in interdizione. Ma pensa anche lui solo a difendere senza mai proporsi in avanti se non dopo aver subito il gol dello svantaggio.
PALMIERO: VOTO 6 Regia puntuale, forse un po’ scolastica per le sue doti. Offre sempre l’appoggio al compagno ed è sempre preciso anche in chiusura. Tira male un paio di punizioni: non da lui. Viene sostituito nel finale.
BOULTAM: VOTO 6,5 Se solo avesse la lucidità di fare la scelta giusta nella metà campo avversaria, il Cosenza avrebbe un’arma molto più efficace. Oggi è’ sempre puntuale negli inserimenti ed anche pericolosissimo con un gran tiro da fuori.
CORSI: VOTO 6 Match nel quale si preoccupa più che altro di limitare le folate di Mustacchio. Lo fa bene. Per il resto rimane troppo timido sulle sue senza tentare mai di spingere.
MILLICO: VOTO 6 Ennesimo infortunio muscolare della carriera che lo toglie fuori dai gioco dopo un paio di sgasate interessantissime.
GORI: VOTO 6 La mira non è quella delle altre volte nell’unica volta in cui riesce a liberarsi. Meglio il primo tempo che nella ripresa, dove comunque la squadra lo lascia troppo solo. Gioca comunque la sua solita partita piena di corsa, duelli e sponde.
ZAFFARONI: VOTO 5,5 Lascia l’iniziativa all’Alessandria per provare a colpire in contropiede. Scelta che si rivela sbagliata perché seppur il Cosenza controlli senza problemi il match, un calcio d’angolo lo condanna. Peccato. I suoi uomini sembravano messi molto meglio in campo degli avversari ma il secondo tempo il baricentro si è davvero abbassato troppo. Perché non provare a vincerla?

SUBENTRATI

CASO: VOTO 5 Egoista in questo Alessandria-Cosenza. Preferisce almeno per due volte provare l’azione solitaria piuttosto che servire i compagni meglio piazzati.
SARACCO: VOTO 6 Qualche buon uscita. Lo salva la traversa su un tiro imparabile. Non può nulla sul gol.
EYANGO: VOTO 5,5 Quando entra ci sarebbero anche gli spazi per provare ad inserirsi. Invece rimane timido sulle sue e sembra un po’ superficiale su qualche palla.
KRISTOFFERSEN: SV
GERBO: SV