giovedì,Dicembre 2 2021

Fango e melma dal depuratore. Le immagini shock arrivano da Fuscaldo

L'associazione Mare Pulito pubblica le fotografie di liquami che si riversano direttamente nel torrente Maddalena e da lì al mare

Fango e melma dal depuratore. Le immagini shock arrivano da Fuscaldo

Un buongiorno tutt’altro che piacevole quello che l’associazione Mare Pulito, baluardo delle lotte ambientali del Cosentino, ha dato al suo pubblico social. Immagini forti che fanno montare una gran rabbia nei confronti degli utenti che si sono riversati a commentare sulla pagina social dell’associazione.

Teatro degli scatti è Fuscaldo e quello che si vede chiaramente sono fanghi e melma provenienti dal depuratore che, spesso in condizioni di pioggia e maggiore pressione antropica, scarica impropriamente liquami nel torrente Maddalena e, quindi, in mare. Chiamati in causa direttamente nel post il sindaco di Fuscaldo, Giacomo Middea, l’assessore con delega all’ambiente Innocenzo Scarlato e il neo governatore della Calabria Roberto Occhiuto.

La beffa: Fuscaldo è tra i firmatari del protocollo ambientale

Fuscaldo, tra l’altro, fa parte del novero di località balneari che firmeranno il prossimo 27 novembre un protocollo promosso da Mare Pulito. Tale Protocollo prevede che le amministrazioni comunali coinvolte condividano le informazioni circa: la propria rete fognaria; lo stato dei lavori di nuovi impianti di depurazione, laddove previsti; i rifiuti prodotti dalla gestione degli impianti; i costi energetici del sistema fognario/depurativo; oltre all’individuazione di eventuali scarichi abusivi.

La Provincia avrà un ruolo di coordinamento e provvederà ad istituire un apposito portale istituzionale online su cui saranno pubblicate, nella piena trasparenza, tutte le informazioni circa gli ambiti sopracitati.

I comuni che hanno aderito e chi manca

San Nicola Arcella, Bonifati, San Lucido, Belmonte Calabro, Falconara Albanese, Guardia Piemontese, Sangineto, Cetraro, Longobardi, Fuscaldo, Grisolia, Amantea, Paola, Santa Maria del Cedro, Acquappesa, Tortora, Diamante, Scalea, Fiumefreddo Bruzio. All’appello mancano i comuni di Belvedere Marittimo, che al momento è retto dal Commissario prefettizio, Regina Antonella Bardari, e il comune di Praia a Mare con il cui sindaco, Antonio Praticò, continua il dialogo per arrivare alla firma del Protocollo, ancora non pervenuta.