mercoledì,Giugno 29 2022

Gianni Di Marzio, il cordoglio di Caruso e del Cosenza. Minuto di silenzio con l’Ascoli

Il sindaco e il presidente Guarascio, che ha chiesto alla Lega di poter ricordare la figura del Seminatore d'Oro oggi pomeriggio, partecipano al dolore di tifosi e famiglia

Gianni Di Marzio, il cordoglio di Caruso e del Cosenza. Minuto di silenzio con l’Ascoli

L’improvvisa morte di Gianni Di Marzio ha scosso il risveglio della città. Il sindaco Franz Caruso si è precipitato a recapitare un messaggio di cordoglio con cui partecipa al dolore della famiglia e degli sportivi tutti. Il Cosenza Calcio ha già chiesto alla Lega di Serie B di osservare un minuto di silenzio in occasione del match previsto per oggi pomeriggio alle 14 contro l’Ascoli. I rossoblù hanno un motivo in più per cercare il successo e dedicarlo a chi contribuì a rendere grande il club.

La nota del sindaco Franz Caruso

Il sindaco Franz Caruso ha espresso profondo cordoglio per la scomparsa dell’allenatore Gianni Di Marzio, artefice della storica promozione del Cosenza calcio in serie B nella stagione 1987-1988. «Oggi – sottolinea – la città di Cosenza e la Cosenza sportiva hanno appreso una triste notizia. La scomparsa di Gianni Di Marzio, infatti, addolora un’intera comunità. Di Marzio ha legato indissolubilmente il suo nome alla storia del Cosenza calcio, conducendo la squadra rossoblù nella indimenticabile scalata alla serie B. Un campionato eccezionale, quello conclusosi il 5 giugno del 1988, quando il Cosenza, nell’ultima di campionato, conquistò l’accesso alla serie cadetta, attesa per ben 24 anni. Chi non ricorda i festeggiamenti che si protrassero, per una notte intera, al San Vito e in tutta la città, imbandierata in ogni angolo con i colori rossoblù! Gianni Di Marzio – afferma ancora il Sindaco nel suo messaggio di cordoglio – è stato un grande protagonista del calcio tra gli anni ’70 e la fine degli anni ’80 e fino a quando smise di allenare, ma anche dopo continuò ad avere grande considerazione nel mondo del calcio affermandosi anche come dirigente, opinionista e talent scout. Cosenza lo ricorderà a lungo ed anche l’Amministrazione comunale troverà il modo di onorarne la memoria”. Il Sindaco Franz Caruso ha poi espresso al figlio di Gianni Di Marzio, il giornalista Gianluca, e a tutta la famiglia le più sentite condoglianze di tutta l’Amministrazione comunale».

Morte Di Marzio, il cordoglio del club e di Guarascio

«Gianni Di Marzio fece grande il calcio calabrese e si legò a Cosenza, in una delle pagine più belle e intense della storia calcistica rossoblù – scrive Guarascio in una nota -. Indimenticabile a bordo campo e negli spogliatoi: la sua verve, il suo piglio deciso e sempre umano, soprattutto la sua brillante visione di gioco sono ricordi che faranno parte per sempre del bagaglio culturale e sportivo di questa città. La sua lunga carriera lo ha portato in templi del calcio e lo hanno visto protagonista di una gloriosa stagione di gol e bellezza, a fianco di campioni immortali come Maradona, ma Gianni Di Marzio sempre ha conservato un rapporto esclusivo con la Calabria e la sua Cosenza. In questo giorno di addii, la commozione è tanta e un pensiero carico di affetto da parte della società, della squadra e di tutto lo staff va alla famiglia di Gianni, a partire dal figlio Gianluca affermato giornalista e che dal padre ha ereditato competenza e passione sportiva».