domenica,Novembre 27 2022

Cosenza, la libertà di stampa negata al centro di una mostra all’Archivio di Stato

L'esposizione sarà inaugurata il 9 settembre e sarà visitabile fino al 20: protagonisti i giornali pubblicati dall'Unità d'Italia all'immediato dopoguerra

Cosenza, la libertà di stampa negata al centro di una mostra all’Archivio di Stato

Il 9 settembre alle 18, all’Archivio di Stato di Cosenza si inaugura la mostra documentaria dal titolo “Stampa condannata. Mostra di giornali a stampa e riviste dal 1862 al 1952”. Obiettivo della mostra è offrire una panoramica sulla negata libertà di stampa dall’Unità d’Italia all’immediato dopoguerra.

Attraverso le fonti documentarie custodite nell’Archivio di Stato emergono i giornali a stampa conservati all’interno del fondo Tribunale di Cosenza, serie Processi penali. I direttori e i giornalisti per la volontà di esprimere la propria libertà di opinione e di denuncia, venivano processati e a volte condannati. Agli atti dei processi venivano allegati i giornali e le riviste sequestrati dalle pubbliche autorità.

«Manifestazioni culturali come questa – si legge in un comunicato – confermano il ruolo fondamentale che il patrimonio archivistico riveste per tracciare la storia degli intellettuali calabresi, dei loro rapporti e del loro impegno politico, sociale e civile in un contesto che non rimane legato al territorio ma che è di più ampio respiro internazionale».

La mostra sarà visitabile fino al 20 settembre dalle 9 alle 13, da lunedì a venerdì.