Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’ottava giornata del girone B del campionato di Prima Divisione

L’ottava giornata del girone B del campionato di Prima Divisione

Scontro impotantissimo quello di Portogruaro dove il Pescara cercherà di mettere fine al dominio dei veneti. Impegni agevoli per Taranto e Verona.

esultanza_pescara

Una delle tante esultanze del Pescara

Il match-clou dell’ottava giornata è senza alcun dubbio Portogruaro-Pescara. Al Bentegodi il Verona punta a centrare la quarta vittoria consecutiva contro un’Andria ancora in crisi nonostante il campbio di alleanatore. Ravenna-Reggiana, primo derby emiliano, dovrà stabilire il rapporto di forza tra due squadre ambiziose. Spal-Rimini, invece, sarà il posticipo trasmesso in diretta tv su Rai Sport Più. Sfida tra corregionali anche anche in Campania dove a Marcianise sarà di scena la Cavese di Agenore Maurizi. Ostico ipegno casalingo per la Ternana contro la Valle del Giovenco, mentre più semplice il compito del Taranto contro il Giulianova. Ecco tutte le sfide:
VERONA-ANDRIA: Al Bentegodi i tifosi gialloblù vorrebbero festeggiare con una bella vittoria la fase di grande vena attraversata dall’Hellas Verona, giunto alla terza vittoria consecutiva. L’Andria, ultimo in classifica, è avversario che incute rispetto ma non paura. Remondina, forte della precedente esperienza nella categoria alla guida del sassuolo, ha ormai chiaro che la squadra può arrivare molto in alto. Probabilmente, con il Pescara, quella scaligera sarà la formazione da battere.
PORTOGRUARO-PESCARA: Il Portogruaro si prepara ad affrontare senza alcun timore reverenziale la corazzata Pescara, che sale in Veneto con un discreto stuolo di tifosi al seguito. La squadra di De Cecco e Deborah Caldora è tuttora imbattuta, come l’Hellas Verona. Non ci sta sicuramente a perdere. La formazione allenata da Calori, d’altra parte, ha infilato sei vittorie consecutive e il giovane attaccante Bocalon va regolarmente in gol da tre domeniche. In terza serie uno score di questo genere non è mai frutto del caso.
RAVENNA-REGGIANA: Al Benelli si preannuncia un confronto intenso tra Ravenna e Reggiana. I giallorossi, dopo aver espugnato Foggia, hanno ceduto i tre punti alla Cavese. I granata, domenica scorsa, hanno giocato alla grande con il Cosenza al Giglio. In casa il Ravenna non ha mai vinto, come pure la Reggiana in trasferta.
REAL MARCIANISE-CAVESE: Il Real Marcianise ha vinto due volte nella stagione e sempre fuori casa. Al Progreditur non è mai riuscito a superare l’avversario di turno. La Cavese, domenica scorsa, ce l’ha fatta ad assicurarsi la prima vittoria della stagione. Il tecnico Agenore Maurizi ha salvato la panchina. Anche in questo caso un pareggio servirebbe a tutte e due le squadre per muovere la classifica.
SPAL-RIMINI: Nel posticipo di lunedì, trasmesso in  diretta tv su Rai Sport Più, la Spal reduce dal pareggio a reti bianche di Andria cercherà di aggiudicarsi l’intera posta con il Rimini. I romagnoli di Melotti, domenica scorsa, sono stati battuti in casa dal Portogruaro e non possono perdere ancora terreno.
TARANTO-GIULIANOVA: Il Taranto domenica scorsa è passato ad Avezzano con il Pescina VdG e cerca di dare continuità a questo successo nella gara interna con il Giulianova. I giovani giallorossi allenati da Bitetto non mollano mai, come hanno dimostrato pareggiando a tempo scaduto il derby con il Lanciano. Tuttavia lo scarto tecnico tra le due squadre sembra palese.
TERNANA-VALLE DEL GIOVENCO: La Ternana balbetta con le grandi, specie se si chiamano Hellas Verona oppure Pescara e sono state costruite per andare direttamente in serie B. La Valle del Giovenco è avversario alla portata dei rossoverdi. Gli abruzzesi stanno mettendo insieme una serie di grandi firme. Dopo Birindelli e Choutos è adesso la volta di Cesar. Veri lussi, a dirla tutta, per la Prima Divisione nazionale. Baldassarri non guarda ai nomi, ma al gioco in campo. E punta tutto sulla verve dei suoi quando giocano al Liberati.
LANCIANO-POTENZA: Chiude la giornata la gara al Biondi tra Lanciano e il Potenza. La squadra allenata da Dino Pagliari ha perso la grossa occasione di violare il Rubens Fadini di Giulianova nel posticipo. Cercherà di riprendersi i punti persi per strada, anche perché i lucani in trasferta (un pareggio e due sconfitte) non sono proprio dei fulmini di guerra.

Related posts