Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, ecco chi può salvarti

Cosenza, ecco chi può salvarti

Il presidente Pagliuso, De Rose, Carnevale e De Caro ieri hanno tenuto una lunga riunione ed oggi si recheranno in un istituto di credito. Hanno 14 giorni di tempo, ma oggi si chiude il mercato ed i Lupi si muovono. Questi i nomi.

societ_al_gran_completoLe ore stringono, le lancette scorrono via troppo veloci. Fatto sta che ci sono 14 giorni di tempo per garantire ai tesserati, anche a quelli che sono andati via, il pagamento delle mensilità maturate sinore. C’è da corrispondere il trimestre ottobre-novembre-dicembre e pagare i contributi federali. Se questa operazione non verrà effettuata entro San Valentino al Cosenza verrà inflitta una nuova penalizzazione alla quale verrebbe sommato anche un -1 come recidiva. Questo ulteriore punto però potrebbe essere risparmiato ai rossoblù grazie al lavoro certosino che l’avvocato Chiacchio sta svolgendo in queste settimane. Consapevoli di tutto ciò ieri il presidente Pagliuso, Umberto De Rose, Peppino Carnevale e Franco De Caro hanno svolto un summit lunghissimo presso l’Hotel San Francesco a Rende. A metterli in una stessa stanza è stato Mirabelli il quale ha partecipato alla riunione. Gli attori principali hanno discusso fra di loro e pare abbiano chiarito delle divergenze sorte in passato e stretto una sorta di patto per salvare la società mettendo mano al portafogli e garantendo un futuro al club. Tutti si sarebbero mostrati altamente propositivi, compreso il presidente degli industriali calabresi De Rose. In giornata, poi, da quanto trapelato si recheranno presso un istituto di credito finanziario per dare vita ad un’operazione che di fatto rappresenterà l’ancora di salvataggio per il 1914. La nuova società subito dopo ripartirebbe da loro quattro e conterà anche sull’aiuto che Scopelliti ha promesso a Paolo Fabiano Pagliuso negli scorsi giorni. Già nelle prossime ore (presumibilmente tra domani e mercoledì) il patron si recherà a Catanzaro per presentare dei documenti richiesti dal presidente della Regione. Dopo il fondo toccato nell’ultimo week-end per i rossoblù sembra essersi riaccesa la fiammella della speranza. Nel frattempo Luca Pagliuso oggi all’Ata Hotel Executive concluderà alcune operazioni di mercato mentre Mirabelli ha scelto di non recarsi a Milano per il calciomercato (“resto in città perché seguirò da vicino la vicenda, non c’è un attimo da perdere e la situazione è critica”). Ieri pomeriggio Luis Wagner Fogolari (21) è salito da Paola a bordo di un convoglio ferroviario in direzione Modena: gli emiliani hanno scelto di puntare su di lui per puntellare la difesa. Mattia Gagliardi (17) da oggi sarà a tutti gli effetti un calciatore della Reggina. Lillo Foti incontrerà il suo procuratore Giacomo Luisi e chiuderà l’accordo: il piccolo talento giocherà nella Primavera amaranto fino al termine della stagione. Per quanto riguarda Raffaele Biancolino (33) oggi si potrebbe chiudere con l’Avellino che nella serata di ieri è tornato nuovamente alla carica. Il club vuole privarsi anche di Fabio Mazzeo (27), attenzionato da Nocerina, Lanciano, Salernitana e Spezia e di Davide Matteini (28) che nonostante il suo splendido scorcio di stagione non riesce a trovare una sistemazione (c’è la Reggina all’orizzonte?). Qualora andasse in porto l’operazione finanziaria di cui sopra arriverebbero seduta stante dal Frosinone i difensori Gennaro Scarlato (34) e Nicola Ascoli (32), il centrocampista Davide Caremi (27) e la punta Diogo Tavares (26). Il centrocampista Salvatore Carboni (32) e il mediano Antonio Aquilanti (26) del Pescara più il centrocampista Francesco Evola (25) del Novara avrebbero già dato il loro assenso. Decisiva la telefonata di Pagliuso al Siena per Domenico Danti (22). Nel pomeriggio seguiremo man mano le operazioni del Cosenza a Milano.  (cosenzachannel.it)

Related posts