lunedì,Settembre 26 2022

Cosenza, dal primo luglio De Poli non sarà più il segretario generale

Ha deciso di avvicinarsi a casa dopo sei anni di onorato lavoro a Via degli Stadi. Fondamentale in periodo di calciomercato e ai fini della riammissione in Serie B

Cosenza, dal primo luglio De Poli non sarà più il segretario generale

Il primo luglio si separeranno le strade di Andrea De Poli e del Cosenza Calcio. Il segretario generale rossoblù ha optato per una scelta di vita, avvicinandosi il più possibile a casa. La sua esperienza a Via degli Stadi è durata sei anni. Arrivò nel 2016 per sostituire il compianto Massimo Bandiera, che all’epoca passò al Siracusa. Nel corso del tempo ha conquistato la fiducia di Guarascio, distinguendosi per puntualità e professionalità.

Due doti che nell’estate del 2019 portarono il Chievo Verona ad offrirgli un importante contratto. Ringraziò, ma preferì restare a Cosenza anche a margine dell’opera di convincimento del numero uno del club. Fondamentale durante le fasi di calciomercato, De Poli allo Sheraton di Milano è stato il custode degli ultimi concitati momenti delle sessioni estive e invernali.

L’uno dopo l’altro, ha stretto rapporti di reciproca collaborazione con i direttori sportivi che sono transitati al Marulla. Uno su tutti Stefano Trinchera, con cui era entrato in grandissima confidenza. De Poli, fondamentale nella produzione documentale ai fini della riammissione al torneo di Serie B, sta completando l’incartamento necessario all’iscrizione del Cosenza al prossimo campionato. Uno degli ultimi atti sarà la stipula del contratto di Davide Dionigi. Dall’1 luglio inizierà una nuova avventura, per sua scelta, pur avendo messo radici in città.