lunedì,Settembre 26 2022

Dionigi: «Chi arriverà a Cosenza dovrà combattere. Serie B complicata»

Il tecnico dei Lupi: «Non possiamo più aspettare: siamo arrivati a un punto in cui bisogna muoversi e stringere i tempi, cosa che il direttore sta facendo»

Dionigi: «Chi arriverà a Cosenza dovrà combattere. Serie B complicata»

L’esordio in una gara ufficiale di Davide Dionigi in panchina col Cosenza si terrà al Dall’Ara in Coppa Italia per i trentaduesimi di finale. «Dobbiamo continuare a portare avanti un’idea, un percorso – dice il tecnico -. Abbiamo giocato altre due gare in ritiro, ma dobbiamo capire come stiamo lavorando. La nostra idea di gioco ha bisogno di tempo, Bologna sarà un banco di prova».

Il tecnico, comunque, è soddisfatto del lavoro svolto finora. «La mia impressione è che i ragazzi siano contenti di quanto abbiamo fatto finora e dello spirito, della voglia di giocare che proviamo a dare al nostro calcio – aggiunge Dionigi -. Poi sappiamo anche che nel breve termine sarà difficile, soprattutto dal punto di vista fisico: chi arriverà nei prossimi giorni dovrà impegnarsi al massimo per raggiungere il gruppo a livello di interpretazione delle idee».

«Completiamo la rosa, il tempo stringe»

«Con la società e col direttore stiamo cercando di completare la rosa – evidenzia Dionigi passando all’argomento calciomercato -. Più che dei prossimi arrivi, voglio ribadire quanto detto nel corso della presentazione: chiunque abbia voglia di venire a Cosenza, dovrà anche avere voglia di combattere e sudare. Sarà un torneo difficile: ci sono quattordici, quindici squadre pronte a vincere il campionato».

Non sarà dunque il curriculum a fare la differenza, ma le motivazioni. «Molti giocatori che arrivano sono ragazzi vogliosi di fare bene anche se non hanno trovato spazio in tante squadre, compresa la nostra: nelle prime uscite, ho usato molti ragazzi che l’anno scorso avevano avuto poco minutaggio. Non possiamo più aspettare: siamo arrivati a un punto in cui bisogna muoversi e stringere i tempi, cosa che il direttore sta facendo».

«Nessuna primadonna»

Sempre sul mercato, Dionigi chiude le porte a chi vuole sentirsi al centro. «Non possiamo permetterci né primedonne né protagonisti, dobbiamo avere un’idea che sia di compattezza e lavoro di gruppo, di squadra». E sul match di domani: «Giocheremo contro una squadra che gioca con un modulo particolare, decideremo domattina con che schema affrontare il Bologna. Nasti e Butic? Il primo ha avuto un problema da carico, il secondo una distorsione. Butic ci sarà a Bologna, Nasti rientrerà la prossima settimana».