Tutte 728×90
Tutte 728×90

Igea Virtus-Cosenza: le pagelle

Igea Virtus-Cosenza: le pagelle

Ottimo rientro di Morelli che non ha fatto sentire la mancanza di Parisi e Moschella. Discreta prova di Profeta in mezzo al campo. Polani, in avanti, è un punto di riferimento.

morelli_in_azione

Massimo Morelli (32) tra i migliori in campo

Un punticino che vale quanto una vittoria. E, soprattutto, guadagnato su un campo difficile come quello di Barcellona Pozzo di Gotto (Me). Basta chiedere a Gela e Catanzaro che, contro gli uomini di Castellucci, non sono riusciti a racimolare punti. Il Cosenza di Toscano, per l’ennesima volta, dimostra di sapersi rialzare dopo ogni sconfitta. Alla vigilia si temeva per alcune assenze imporanti. Ed invece, sia Morelli che Profeta hanno dimostrato di non essere da meno. In particolare il difensore, che rientrava dopo un lungo periodo di stop dovuto ad un infortunio, ha giocato una gara ottima. In avanti prezioso, come sempre, il contributo di Polani.
AMBROSI: voto SV. Giornata di assoluto relax per il numero uno rossoblù che fa da spettatore non pagante. 
BERNARDI: voto 6,5. Tiene bene la posizione senza mai soffrire l’iniziativa del diretto avversario. Si proietta spesso in fase offensiva dando il suo apporto. 
CHIANELLO: voto 6. Partita ordinata per il terzino sinistro che copre bene la fascia di competenza senza andare mai in affanno. Forse un po’ impreciso in fase d’appoggio. 
BRACA: voto 6. Ordinaria amministrazione per il gigante della difesa rossoblù che, insieme a Morelli, alza una diga davanti alla porta di Ambrosi. Non soffre mai e cerca in due occasioni, senza successo, di far male su punizione.
MORELLI: voto 6,5. Gran rientro per il difensore. Nel primo tempo, con un intervento provvidenziale, sventa una grossa occasione per i siciliani e, nel finale, prova la gioia di vestire la fascia da capitano. 
PROFETA: voto 6. Prende il posto di De Rose in mezzo al centrocampo ed offre una buona prestazione. Nelle prime battute gioca con un pizzico di frenesia e sbaglia qualche appoggio ma pian piano trova la giusta tranquillità. 
BATTISTI: voto 6. Copre bene le sortite offensive dei centrocampisti siciliani e gioca in maniera ordinata senza sprecare mai un pallone.
DANTI: voto 6. Prestazione in chiaroscuro per il furetto di San Giovanni in Fiore che alterna ottime giocate a fasi in cui si estranea un po’ dalla manovra. 
CATANIA: voto 6. Prova a dare grinta alla manovra ma dalle sue parti i siciliani si difendono bene. Il campo, in pessime condizioni, ha influito sulla sua prova. 
MORTELLITI: voto 6. Prova a dar fastidio alla difesa avversaria giocando spesso con tocchi di prima e palle in velocità. Cerca spesso i compagni di reparto ma non riesce mai a pungere dalle parti di Di Masi. 
POLANI: voto 6,5. Lotta e si batte per tutto l’arco del match, dimostrando una gran voglia di gonfiare la rete. Per due volte va vicino alla segnatura, ma la mira leggermente sbagliata prima, e i guantoni di Di Masi poi, gli negano la gioia del gol. 
ALL. TOSCANO: voto 6,5. Dopo la strigliata fatta alla squadra, reduce dalla sconfitta di Scafati, i suoi uomini rispondono con una gara tutta grinta e determinazione. Schiera la squadra migliore nonostante le assenze e nel secondo tempo butta nella mischia Occhiuzzi che per poco non lo ricambia con una rete decisiva.

Subentrati
OCCHIUZZI: voto 6,5. Trentacinque minuti di grandissimo spessore per il principe che sfiora in due occasioni la rete. Inoltre, nel finale di gara, l’arbitro non gli concede un rigore netto. Sta tornando il giocatore della passata stagione.
FABIO: voto 6. Venticinque minuti senza infamia e senza lode. Rileva Profeta e ne prende i compito con diligenza.
MUSACCO: voto SV. Pochi minuti in campo per essere giudicato.

IGEA VIRTUS: Di Masi 6,5; Palma 6 Agius 6,5 Alizzi G. 6,5 Russo 6; Di Miceli 6 (40′ st) Giardina sv) Matinella 6 Di Toro 6,5 Crimi 6 (29′ st Condello 6); Ricciardo 6, La Porta 6,5 (35′ st Bongiovanni sv). A disp.: Romano, Bonsignore, D’Anna, Criniti. All.: Castellucci 6,5.

Related posts