Tutte 728×90
Tutte 728×90

Terremoto di 5.7 nel Tirreno. «Nessuna correlazione col Marsili»

Terremoto di 5.7 nel Tirreno. «Nessuna correlazione col Marsili»

Il sisma è avvenuto alle ore 22.02 italiane a 474 chilometri di profondità. La scossa è stata avvertita lievemente anche in Calabria. 

Erano le 22.02 quando a 474 chilometri di profondità si è registrata una violenta scossa di terremoto al largo della costa calabrese. Nel bel mezzo del Mare Tirreno, riporta l’Istituto Nazionale di Vulcanologia e Geofisica, è stato rilevato un terremoto di magnitudo ML 5.7 è avvenuto nella provincia/zona Tirreno Meridionale (MARE) •28-10-2016 22:02:44 (UTC +02:00) ora italiana con coordinate geografiche (lat, lon) 39.16, 13.74 ad una profondità di 474 km.

La scossa è stata avvertita lievemente in tutta la Calabria, ad energia già esaurita. Sul web si sono susseguiti commenti catastrofisti, molti dei quali mettevano in correlazione il terremoto al Vulcano Marsili.

Puntualmente, però, è arrivata la nota della Protezione Civile. «Si smentisce categoricamente – si legge – ogni correlazione del terremoto 5.7 di poco fa con il Marsili: infatti la profondità dell’ipocentro (474 km) del sisma è completamente incompatibile con la profondità del Marsili (3.5 km circa)». E’ quanto afferma il dirigente della Uoa Protezione civile Calabria attraverso la pagina ufficiale facebook della Prociv. «La profondità – spiega Carlo Tansi – molto elevata dell’ipocentro ha fatto si che, nonostante l’elevata magnitudo (5.7) – simile al terremoto di Macerata – per la grande distanza percorsa dalle onde sismiche il sisma sia arrivato in superficie perdendo energia, quindi senza produrre danni. Inoltre il fatto che il sisma sia stato sentito in tutta la regione, è dovuto alla notevole profondità dell’epicentro».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it