venerdì,Giugno 14 2024

Corigliano Rossano, Occhiuto al fianco di Straface. E che bordate al Partito Democratico

Il Governatore alza i toni della campagna elettorale: ««I democrat non hanno vergogna e Stasi è un Masaniello»

Corigliano Rossano, Occhiuto al fianco di Straface. E che bordate al Partito Democratico

Certo che un Occhiuto così, in questi anni, non si era mai visto. Il governatore ha fatto la parte del leone nel comizio di apertura della campagna elettorale di Pasqualina Straface. Accompagnato dal gotha del centrodestra regionale, il presidente della Regione non solo ha sottolineato quanto fatto in questi due anni e mezzo di legislatura, ma ha anche alzato la voce contro il Partito democratico ed il sindaco uscente, Flavio Stasi, definito un «mister no» e un «Masaniello». 
E così la pioggia non ha fermato la candidata sindaco di una colazione civica, ma a forte trazione centrodestorsa. Anche Pasqualina Straface non le ha mandate a dire, alterando passaggi del programma elettorale a stilettate nei confronti dell’avversario. 

Straface: «I giovani non hanno bisogno solo di intrattenimento ma di sentirsi realizzati»

«Non abbiamo più bisogno di demagogia e populismo – ha esordito Pasqualina Strace – e di un sindaco che non è stato capace di coinvolgere i suoi concittadini attraverso gli istituti della partecipazione. Abbiamo bisogno di sviluppo e di una visione che esprima tutte le potenzialità della nostra città, attraverso il confronto con le forze sociali mentre (Stasi) non ha dialogato con nessuno, sui grandi temi come il futuro del sito Enel, la statale 106, il porto e le grandi infrastrutture che saranno realizzate grazie all’impegno del presidente della Regione, catapultando questa città nel più completo isolamento». 

CONTINUA A LEGGERE SU LACNEWS24.IT

Articoli correlati