sabato,Maggio 28 2022

Hasta cuanto podemos e il ruolo delle associazioni sul territorio

La presidente Federica Piraino: «Il nostro obiettivo è creare una rete con tutte le altre realtà come la nostra per rispondere alle esigenze delle comunità»

Hasta cuanto podemos e il ruolo delle associazioni sul territorio

La onlus “Hasta Cuanto Podemos” ha tenuto ieri sera a Cosenza la consueta tavola rotonda di fine anno. Il tema scelto è stato “Il ruolo delle associazioni sul territorio”. Diverse le personalità di spicco che hanno partecipato all’incontro moderato dal giornalista Alessandro Russo. Sono intervenuti nella sempre accattivante location del Chiostro di San Domenico, il vice sindaco di Cosenza Maria Pia Funaro, il prof. Mario Bozzo, il prof. Raffaele Bruno (primario del reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale San Matteo di Pavia), il dott. Massimo Gentile (Primario del reparto di Ematologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza), la dott.ssa Maria Vittoria Mauro (Primario del reparto di Virologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza), la dott.ssa Elly Sirianni (Capo Ufficio Stampa dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza), l’avv. Anna Rita De Franco (Segretario Regionale AISLA), l’avv. Giuseppe Farina (autore del libro “E poi l’anima mi chiese un altro viaggio”). Padrona di casa la presidente dell’associazione Federica Pirano.

I progetti di Hasta Cuanto Podemos

La stessa Piraino spiega cosa bolle in pentola per la sua associazione, che si occupa da tre anni di portare avanti iniziative solidali in collaborazione con la Fondazione Lilli.  «In questi giorni si sta per concludere il progetto “Librarsi – Piccola biblioteca solidale” – evidenzia -. La finalità è allestire, appunto, una piccola biblioteca da donare al nuovo reparto di Ematologia che ci sarà al Mariano Santo. La onlus è nata nel 2020, ma siamo attivi già dal 2018. Abbiamo acquistato nel tempo dei macchinari poi donati all’Annunziata e lanciato durante il lockdown una campagna di crowdfunding. L’obiettivo di “Hasta cuanto podemos” è creare una rete con tutte le altre associazioni per rispondere alle esigenze delle comunità».