martedì,Settembre 27 2022

Cosenza, almeno due i ruoli ancora scoperti per Dionigi

Servono urgentemente un terzino sinistro ed un centrocampista d'ordine in mezzo al campo. In attacco c'è abbondanza. Ma Dionigi vorrebbe un vice Brignola.

Cosenza, almeno due i ruoli ancora scoperti per Dionigi

Dopo l’esordio ufficiale di ieri sera a Bologna, è evidente che al Cosenza manchi ancora qualcosa a livello di calciomercato. Le principali urgenze per Davide Dionigi sono un terzino sinistro ed un centrocampista. Gemmi lavora incessantemente e proverà in tutti i modi ad accontentare le esigenze del tecnico. Ma vediamo, ruolo per ruolo, a che punto è la rosa dei rossoblù.

In porta Matosevic c’è

Le parate sfoggiate al “Dall’Ara” da Matosevic sono ancora davanti agli occhi di tutti. Il portiere croato è apparso in gran spolvero, desideroso di confermarsi guardiano della porta del Cosenza anche nella stagione appena iniziata. Molto probabilmente, una volta piazzato Vigorito, arriverà qualcun altro a dar manforte a Matosevic ed all’ultimo arrivato Lai. Ma le sensazioni è che la titolarità dell’ex Triestina, non verrà messa in dubbio da Dionigi.

Difesa: servono terzini sinistri

Se il Cosenza continuerà a giocare con la difesa a 4, la batteria dei centrali difensivi è completa per 4/5. Infatti Meroni e Venturi, sono le prime alternative alla coppia, per ora titolare, formata da Vaisanen e Rigione. Servirebbe un altro difensore, preferibilmente di piede mancino. Arriverà probabilmente negli ultimi giorni di mercato. Quello che urge assolutamente a Dionigi però è almeno un terzino sinistro titolare. Meglio se ne arrivassero due. Panico non è sembrato pronto e la sua alternativa, al momento, è il giovanissimo La Vardera. Vanno poi ceduti Corsi e Tiritiello, completamente fuori da ogni progetto tecnico del Cosenza.

Centrocampo: titolare cercasi

Che Dionigi voglia giocare a due oppure a tre cambia poco. Perché questa squadra ha comunque la necessità di un centrocampista in grado di far girare la squadra. Alzare o abbassare i ritmi a seconda delle esigenze. Voca ieri è apparso molto timido, soprattutto in fase di costruzione. Dopo l’arrivo di Brescianini, a Bologna già in panchina, serve qualcuno con queste caratteristiche tecniche. Il ruolo può ricoprirlo Cavion, eterno desiderio di Dionigi. Ma il centrocampista veneto, se la Salernitana non rinforza la mediana, potrebbe anche rimanere in Serie A per giocarsi le proprie chance. C’è da aspettare. Gemmi è pronto ad affondare il colpo in ogni momento.

Attacco: un’alternativa a Brignola

La prima linea è certamente il reparto nel quale il Cosenza ha più abbondanza. Ieri hanno iniziato Brignola, Larrivey e D’Urso ed hanno finito Butic e Zilli. E c’è ancora ai box Nasti, del quale si dice un gran bene ma che ancora non si è visto. Molto probabilmente, Gemmi, in attacco, proverà a prendere soltanto un’alternativa a Brignola. Pedina richiesta espressamente da Dionigi per completare l’organico. Si cercherà un prospetto interessante tra le squadre Primavera.

Articoli correlati