martedì,Settembre 27 2022

Dionigi: «Cosenza, a Benevento stesso atteggiamento ma più intensità»

Dionigi ha spiegato che sul mercato: "Ora non ne parlo ma la settimana prossima ci saranno novità. Cavion? Chi viene qui dev'essere motivato".

Dionigi: «Cosenza, a Benevento stesso atteggiamento ma più intensità»

Davide Dionigi, tecnico del Cosenza, si è presentato nella sala stampa del “Marulla” per parlare con i giornalisti alla vigilia dell’esordio in campionato contro il Benevento di domani sera. Ecco le sue parole.

Amichevole col Benevento già dimenticata

Cosenza che affronterà il Benevento per la seconda volta in questo inizio di stagione dopo l’amichevole di Cascia: “Quella partita è già dimenticata – esordisce Dionigi -. Ci sono poche indicazioni da prendere. Anche Bologna è dimenticata. Lì abbiamo manovrato bene ma siamo mancati nella fase finale contro una squadra che ha fatto una partita tosta. Ci ha anche sorpreso il modulo quella sera. La posizione dei nostri centrocampisti? Varia. Non c’è un ruolo prestabilito nei movimenti. Dipende spesso dalle squadre che dobbiamo affrontare”.

Dubbi a sinistra

Capitolo formazione. A Dionigi, restano dubbi su chi giocherà nel ruolo di terzino sinistro: “Panico aveva contro De Silvestri, un giocatore importantissimo, e secondo me ha fatto una buona partita. A Bologna abbiamo pagato tutti a livello fisico. Ma è comunque in ballottaggio insieme ad altri due o tre. Chi giocherà lo decideremo anche in base a come si metteranno in campo gli avversari. La Vardera? Abbiamo deciso di tenerlo con noi. Ed è già un qualcosa di importante. Pensare di proporlo alla prima giornata…dobbiamo essere realisti. Questi ragazzi hanno bisogno di un percorso. Martino? Può giocare terzino destro, sinistro o anche nei tre dietro. Lui – spiega Dionigi – a sinistra potrebbe essere un’idea”.

Modulo

Potremo vedere in campo anche un Cosenza a due punte? Dionigi spiega: “Non mi fossilizzo su un modulo soltanto. Dipende sempre dai momenti della partita. E la soluzione dei due attaccanti è qualcosa che sicuramente rivedremo. Stiamo crescendo a piccoli passi. C’è ancora tanto da lavorare. Il tempo ci vuole per vedere quello che ho in testa. Domani – continua Dionigi – vorrei vedere una maggiore intensità fisica visto che abbiamo disputato anche poche amichevoli. L’atteggiamento dev’essere lo stesso che abbiamo avuto finora. Di mercato non ne parlo. Ma la settimana prossima ci saranno novità. Cavion? Chi ha voglia di venire dev’essere motivato”.

Accoglienza

Quali sono state le sensazioni di Davide Dionigi dopo la presentazione di mercoledì sera in Piazza dei Bruzi? “Mi ha fatto piacere l’accoglienza di Cosenza. Non ho mai preteso nulla. Mi devo conquistare tutto. So che ci saranno momenti nei quali ci saranno critiche, altri nei quali verrò apprezzato. Ma io vengo in secondo piano. In primo piano ci sono sempre i ragazzi”.

Brescianini, Brignola e Matosevic

Si parla infine dei singoli. Su Brescianini: “Viene da una società che gli ha permesso di fare una parte importante di ritiro. Poi è normale che c’è la fase di adattamento al nostro lavoro. Ha fatto una settimana con noi ed è più avanti di quello che pensavo. Lui come i nuovi hanno bisogno di tempo per assimilare il nostro sistema di gioco e le letture specifiche”. Dionigi continua su Brignola: “Lui come altri sono stati presi proprio per sfruttare la loro voglia di rivalsa, l’orgoglio, dopo aver trovato poco spazio l’anno scorso nelle squadre dove giocavano. La sua qualità sulla trequarti deve far girare la squadra. Dev’essere determinante. Così come D’Urso, Florenzi, Nasti, Prestianni“. Chiusura sul portiere Matosevic: “In questi 20 giorni – racconta Dionigi – abbiamo visto un calciatore diverso. Lui come Voca, Vallocchia o anche Rigione. E questo mi fa bene sperare. Con quello che sta facendo sul campo si è meritato anche il rinnovo. Ma siamo all’inizio. Bisogna lavorare per conservare il posto, sbagliare il meno possibile. Sono tutti in competizione tra di loro. Premio sempre chi lavora e chi dimostra. Non solo per quel che riguarda il portiere”.

Articoli correlati