domenica,Maggio 19 2024

Maltempo, mareggiata devasta i lungomare di Tortora e Santa Maria del Cedro | VIDEO

Distrutta una struttura balneare permanente. Alcune strade risultano inagibili, altre sono inondate di acqua e fango

Maltempo, mareggiata devasta i lungomare di Tortora e Santa Maria del Cedro | VIDEO

I temporali che in queste ore hanno interessato la zona dell’alto Tirreno cosentino, hanno generato nuovi disagi. E così, dopo nubifragi, acquazzoni, allagamenti e frane dei mesi scorsi, questa mattina la costa altorirrenica torna a fare la conta dei danni. In particolare, le immagini che circolano sul web parlano di due lungomari colpiti particolarmente: sono quelli di Tortora e Santa Maria del Cedro, dove tra l’altro è andata distrutta una struttura balneare permanente.

Tortora in ginocchio

Purtroppo, le due cittadine non sono nuove a questo tipo di drammi. A settembre, a Tortora si era verificato il passaggio di una tromba marina che aveva abbattuto alberi, distrutto auto e mezzi parcheggiati in strada e danneggiato i lidi ancora in attività. A metà ottobre, nella zona montana, si era registrata l’apocalisse.

Un nubifragio aveva trascinato le auto a valle e distrutto ogni cosa, provocando allagamenti tali nelle abitazioni, da mettere a repentaglio le vite umane. Per fortuna, non si registrò nessun ferito, ma per giorni le zone montane rimasero isolate, senza acqua e senza corrente. I danni, a tutt’oggi, ammontano a diverse centinaia di migliaia di euro. A novembre era accaduto di nuovo. Una forte mareggiata, con onde alte fino a 8 metri, aveva reso inagibile il lungomare cittadino.

Colpita anche Santa Maria del Cedro

Anche Santa Maria del Cedro è rimasta vittima più volte del maltempo. Durante il nubifragio del 13 ottobre, era rimasta colpita maggiormente la frazione di Marcellina, nella zona in cui confina con Orsomarso. In quella occasione, un fiume di fango e detriti aveva travolto decine di ettari di terreno e danneggiato altrettante abitazioni. Alcuni canali non avevano retto e non erano riusciti ad incanalare l’enorme quantità d’acqua caduta in pochi minuti. Oggi, di nuovo. Il lungomare, attualmente, risulta inagibile e le strade sono inondate di acqua e fango.

Articoli correlati