giovedì,Giugno 20 2024

Abbandonava l’anziana a lei affidata senza cibo e acqua, arrestata una 36enne

La collaboratrice domestica avrebbe dovuto occuparsi di una 88enne impossibilitata a muoversi, ma in diverse occasioni l'avrebbe lasciata sola la sera per poi rientrare in tarda mattinata. Secondo le indagini ci sarebbero stati anche episodi di violenza fisica

Abbandonava l’anziana a lei affidata senza cibo e acqua, arrestata una 36enne

I carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, con il supporto dei colleghi di Pordenone, hanno rintracciato e arrestato ieri una 36enne di nazionalità georgiana, ritenuta responsabile di maltrattamenti in famiglia e abbandono di persona incapace, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Palmi.

La 36enne, assunta come collaboratrice domestica per una donna anziana di 88 anni, con cui viveva, occupando una stanza della casa, in diverse occasioni avrebbe abbandonato la sera la donna in casa per far rientro in tarda mattinata, incurante delle condizioni della persona a lei affidata, impossibilitata a muoversi e sprovvista di cibo e acqua.

I familiari, che hanno continuato comunque ad occuparsi dell’anziana donna, si sono accorti del peggioramento delle sue condizioni di salute e, insospettiti, hanno avvisato i carabinieri che, attraverso i sistemi di videosorveglianza installati all’interno dell’abitazione, sono riusciti ad aver un quadro completo di cosa stesse accadendo.

Nel corso delle indagini svolte dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Palmi, diretta da Emanuele Crescenti, sono stati anche registrati episodi di violenza fisica ai danni dell’anziana che era costretta a subire senza alcuna possibilità di reagire. Alla luce di quanto scoperto, la badante è stata rintracciata e arrestata in provincia di Pordenone, dove nel frattempo era stata assunta regolarmente da un’altra anziana.

Articoli correlati