sabato,Maggio 25 2024

In Calabria il mare è già sporco. E l’estate deve ancora arrivare… | VIDEO

Le temperature portate, grazie all’anticiclone di origine subtropicale, ha spinto molte persone a riversarsi sulle spiagge per i primi bagni al mare. 

Featured Video Play Icon

In Calabria il mare fa già schifo. E l’estate deve ancora arrivare. È la sintesi perfetta della giornata odierna visto che nella nostra regione si sono registrate temperature quasi tropicali. Cosenza, ad esempio, è stata la città più “calda” della Calabria con i suoi 30 gradi al pari di Agrigento, in Sicilia. Così le temperature portate, grazie all’anticiclone di origine subtropicale, ha spinto molte persone a riversarsi sulle spiagge per i primi bagni al mare. 

Affollate le località turistiche da Tropea a Pizzo passando per Vibo Marina. In quest’ultima località e più precisamente a Bivona, sono comparse scie giallastre: «No. Non lo meritiamo questo angolo di Paradiso», l’amaro sfogo dello storico Antonio Montesanti che sulla sua pagina Facebook posta le foto del mare dove per qualche ora è comparsa la schiumetta.

Leggi anche ⬇️

Uno spettacolo indecoroso che ha fatto scattare l’ennesimo grido di sdegno da parte di alcuni residenti della zona. Allertata anche la Capitaneria di Porto di Vibo Marina per individuare la causa dell’inquinamento. Indiziato numero uno resta il torrente Sant’Anna che nei giorni scorsi, nonostante l’assenza di piogge, ha riversato in mare “una portata di acqua anomala”. 

Articoli correlati