Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Scafatese: tutto quello che c’è da sapere sui prossimi avversari

Cosenza-Scafatese: tutto quello che c’è da sapere sui prossimi avversari

La squadra di Maurizi è in calo: una vittoria nelle ultime quattro partite. E’ tra le migliori difese del torneo ma nelle ultime tre gare ha sempre subito gol. E lontano da casa i campani non segnano da 360′.

mister_maurizi_della_scafatese.jpgOggi il Cosenza tornerà a giocare sul terreno di gioco del San Vito, dopo la sconfitta di Gela, e lo farà contro un avversario ostico, la Scafatese. La formazione allenata da Agenore Maurizi finora ha conquistato 14 punti (frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte) e naviga nelle zone alte di classifica. La compagine campana si trova a ridosso della zona play-off  (a due punti dal quinto posto che è occupato attualmente dal Pescina). I gialloblù hanno avuto un ottimo inizio di campionato conquistando nelle prime 5 giornate la bellezza di 11 punti. Dopo il pari ottenuto sul campo del Val di Sangro alla quinta giornata la formazione di mister Maurizi ha avuto una vera e propria involuzione sia sul piano del gioco sia su quello dei risultati. Infatti De Felice e compagni nelle ultime quattro gare hanno conquistato soltanto tre punti grazie alla vittoria casalinga ottenuta sull’Andria per 1-0 all’ottava giornata. Per il resto i canarini hanno perso con Gela, Catanzaro e nell’ultima giornata contro il Barletta. La Scafatese ha realizzato 7 reti e ne ha subìte soltanto 4. I gialloblù lontani dal “Comunale” sono andati a segno solo due volte ed entrambe nella prima giornata di campionato sul terreno di gioco del Melfi, ciò significa che Martone e compagni non vanno in rete, lontano dalle mura amiche, da 360 minuti (l’ultima rete è stata segnata da Izzo oltre il 90′). Finora i ragazzi di Maurizi in trasferta hanno conquistato una vittoria in casa del Melfi per 2-1, due pareggi per 0-0 contro Pescina e Val di Sangro e due sconfitte con Catanzaro e Barletta per 1-0. Mister Maurizi nelle prime giornate di campionato ha schierato la squadra con un 4-4-2 ma, nelle ultime due uscite con Andria e Barletta, il tecnico gialloblù ha cambiato modulo scegliendo il 3-5-2 che in fase d’attacco si trasformava in 3-4-3. Due sono gli uomini che sono stati impiegati di più da Maurizi. Si tratta del portiere De Felice, una vera e propria garanzia, e del difensore Lagnena. Per il resto il tecnico della formazione campana ha utilizzato quasi interamente la rosa che la società gli ha messo a disposizione. Il vero punto debole della Scafatese, fino a questo momento, è risultato essere l’attacco. Infatti solo tre sono stati i gol realizzati dagli attaccanti (2 Varriale ed 1 Martone). Il vero punto di forza, invece, è senza dubbio la difesa che è la seconda meno battuta del campionato insieme a quella del Cosenza. Per i lupi non sarà una gara semplice dato che i canarini verranno, molto probabilmente, con l’intenzione di disputare una gara difensiva e magari colpire in contropiede. Il Cosenza, dal canto suo, dovrà assolutamente cercare di conquistare il successo per dimenticare, subito, la sconfitta di Gela e mantenere così il primo posto in classifica. (Antonello Greco)

Related posts