Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Preite recupera posizioni su Dolci. Sarà testa a testa?

Cosenza, Preite recupera posizioni su Dolci. Sarà testa a testa?

Il responsabile dell’area tecnica del Pavia ha già lavorato con Roselli, che avrebbe voluto in Lombardia. Ma la situazione si è clamorosamente invertita. 

Crescono le quotazioni di Aldo Preite. Il ds del Pavia aspetta l’affondo del Cosenza, ma il suo più grande sponsor è Giorgio Roselli. Una garanzia nella vacatio che si è creata nella cabina di regia del club dopo l’addio di Mauro Meluso. Fin dal primo istante il suo nome è stato inserito nella rosa dei papabili sostituti del neo direttore sportivo del Lecce. Eugenio Guarascio ha iniziato ha sfogliare la margherita e sta cercando di capire come sbagliare il meno possibile, consapevole che ad oggi ad avere maggiore voce in capitolo è proprio l’allenatore. Con i probabili addii di Simone Ciancio (‘87) e Andrea Arrigoni (‘88), l’unico modo per blindare il trainer umbro sarebbe quello di renderlo l’hombre del partido a tutti gli effetti. L’appeal del Cosenza non è cresciuto con gli anni come ci si aspettava: nel mondo del calcio la voce è unanime. Si tratta di un club serio, solvibile, con i bilanci apposto ma che ancora non ha spiccato il volo con vere ambizioni di vertice. Tradotto vuol che la piazza rossoblù è ancora dietro a posti come Catania, Lecce, Foggia, Venezia, Alessandria, Cremona ecc… Anche questo influisce sulla forza contrattuale di Via degli Stadi ed è probabilmente il motivo per cui Giovanni Dolci non ha dato una risposta chiara e definitiva, restando nel limbo. L’ormai ex ds del Como aspetta che si concretizzi il passaggio di proprietà a Siena: è lui l’uomo di fiducia di Anna Durio che non affatto nasconde la voglia di gareggiare ad alti livelli. Se nel breve si dovesse completare la transazione, Dolci firmerebbe lì. In caso contrario chiederebbe almeno due anni a Guarascio. La fotografia della situazione è questa, con Massimo Cerri che in entrambi i casi dovrebbe trovare spazio nell’area tecnica. In casa Cosenza però l’andamento della borsa muta con rapidità e la nuova settimana è ancora lontana. Il colpo di scena è dietro l’angolo, così come un nome pronto ad essere tirato fuori dal cilindro… (Antonio Clausi)

Related posts