Tutte 728×90
Tutte 728×90

Marulla terra di conquista. Anche il Siracusa passa a Cosenza (2-1)

Marulla terra di conquista. Anche il Siracusa passa a Cosenza (2-1)

Apre De Silvestro nel primo tempo e raddoppia Pirrello ad inizio ripresa. Il gol della bandiera di Baclet arriva soltanto nei minuti di recupero dagli undici metri.

E’ la sesta volta in questo campionato che il Cosenza perde in casa. Ormai, secondo molti, è diventata una triste costante quando all’orizzonte si intravede un traguardo intermedio come poteva essere il quinto posto. Il Siracusa sbanca il Marulla con merito (2-1) e blinda il proprio piazzamento in classifica. Con una rete per tempo De Silvestro e Pirrello hanno generato una nuova bordata di fischi dopo il 90’ e la consapevolezza che la squadra è questa: una sfumatura di grigio la cui inconsistenza caratteriale è cosa certificata.

De Angelis all’inizio conferma in toto l’undici di sette giorni fa, del resto aveva sottolineato che sarebbe stato molto difficile apportare delle modifiche dopo un 6-2 in trasferta. Ad ogni modo non rifiata Blondett, con Pinna che si accomoda ancora in panchina. A centrocampo fiducia piena per Caccetta, Ranieri e Mungo, così come in attacco per il tridente composto da Statella e Letizia ai lati di Mendicino. Sottil risponde con un undici attento, dove Scardina è il terminale offensivo nel suo 4-2-3-1.

Il Cosenza parte col vento in poppa e cerca di incanalare subito la partita sui binari giusti. Mungo sembra in giornata di grazia e dopo uno slalom in area apparecchia la tavola per Letizia. Il destro dell’esterno è clamorosamente fuori misura da non più di cinque metri. Tedeschi e Blondett stazionano molto alti nel tentativo di schiacciare i siciliani, bravi però a non lasciare spiragli per gli inserimenti delle mezzali. Il Siracusa col passare dei minuti prende coraggio e guadagna campo, i padroni di casa allentano la morsa e permettono agli avversari di affacciarsi dalle parti di Perina. Al primo vero affondo De Silvestro fa gol. Da sinistra Malerba dribbla Statella e Crosi e crossa sul secondo palo dove è bravo il compagno di squadra ad inzuccare. De Angelis cambia subito e sistema i suoi a specchio. Nel 4-2-3-1 porta Letizia a ridosso di Mendicino, dirotta Statella a sinistra e allarga Mungo. Prima del break nessun altro sussulto.

Il secondo tempo ha il via in modalità incubo. Prima il collaboratore sbandiera un fuorigioco molto dubbio su Mungo, poi Pirrello sale in cielo e dà concretezza ai timori iniziali del Cosenza circa le palle ferme in favore del Siracusa. Sul 2-0 dentro Cavallaro e Baclet al posto di Mungo e Letizia: è un 4-2-4 all’arma bianca. Gli effetti non si vedono se non in qualche colpo di testa velleitario, anzi è il Siracusa a sfiorare in due occasioni il tris su azione di contropiede. L’ultimo accorgimento tattico è il 3-4-3 che produce soltanto il rigore del 93’ trasformato da Baclet solo per la classifica marcatori. (Antonello Greco)

CRONACA.
1′ Inizia il match. Cosenza in maglia rossoblù, Siracusa in divisa bianca.
2′ Statella prova ad andare via sulla sinistra, arriva sul fondo e prova a crossare ma Santurro esce e fa sua la sfera.
4′ Occasionissima per il Cosenza con Letizia che servito da Mungo davanti al portiere manda la sfera incredibilmente a lato.
11′ De Silvestro mette una palla in mezzo dalla sinistra, Scardina non arriva per un soffio e la difesa rossoblù allontana la minaccia.
16′ Mungo ci prova in corsa dalla distanza ma il suo tiro termina alto.
30′ Siracusa in vantaggio. Cross dalla sinistra di Malerba sul secondo palo, De Silvestro di testa batte Perina: 0-1
31′ De Angelis passa al 4-2-3-1 portando Letizia a ridosso di Mendicino. Statella passa a sinistra e Mungo a destra.
45′ Squadre negli spogliatoi senza recupero.
SECONDO TEMPO.
1′ Inizia la ripresa con gli stessi uomini della prima frazione di gioco
3′ Il Cosenza trova il pari con Mungo ma il direttore di gara annulla per un dubbio fuorigioco
5′ Siracusa raddoppia. Angolo di Giordano, Pirrello salta più in alto di tutti ed infila la palla nell’angolino dove non può arrivare Perina: 0-2
7′ Doppio cambio per il Cosenza. Dentro Cavallaro e Baclet, fuori Letizia e Mungo
9′ Occasione per il Cosenza con Cavallaro, Santurro respinge
10′ Tiro  di Scardina dalla distanza, Perina respinge e poi la difesa rossoblù respinge
13′ Caccetta ci prova dal limite dell’area ma il suo tiro è debole e termina tra le braccia dell’estremo difensore ospite
16′ Il Cosenza perde palla ingenuamente sulla trequarti, la sfera arriva sui piedi di De Silvestro che dal limite fa partire un gran tiro ma Perina si salva respingendo la minaccia
20′ Primo cambio per il Siracusa. Esce Giordano ed entra Palermo
26′ De Silvestro ci prova dalla distanza ma Perina si fa trovare pronto e blocca
27′ Ultimo cambio per il Cosenza. Dentro Calamai e fuori Ranieri. Il Siracusa, invece, manda in campo Russo al posto di Valente. Cosenza che si sistema in campo con il 3-4-3
39′ Mendicino ci prova dalla distanza con una sorta di pallonetto ma la sfera termina alta
41′ Proteste dei giocatori rossoblù per un fallo di mano in area siciliana. Il direttore di gara, però, non assegna il penalty
43′ Tiro di Statella dalla distanza, Santurro fa sua la sfera senza problemi.
45′ Dentro Dentice per De Silvestro nel Siracusa.
45′ Concessi 4′ di recupero.
48′ Rigore per il Cosenza. Dal dischetto si presenta Baclet che spiazza Santurro: 1-2.
49′ Triplice fischio finale: il Marulla copre di fischi la squadra rossoblù.

 

Il tabellino:
COSENZA (4-3-3): Perina; Corsi, Tedeschi, Blondett, D’Orazio; Mungo (6’ st Cavallaro), Ranieri (21’ st Calamai), Caccetta; Letizia (6’ st Baclet), Mendicino, Statella. A disp.: Saracco, D’Anna, Meroni, Pinna, Madrigali, Capece, Criaco. All.: De Angelis
SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro; Malerba, Turati, Pirrello, Brumat; Spinelli, Giordano (20’ st Palermo); D’Entello, De Silvestro, Valente (21’ st Russo); Scardina. A disp.: Gagliardini, Dentice, Diakite, Longoni, Persano, Toscano, Cossentino. All.: Sottil
ARBITRO: Cudini di Fermo
MARCATORI: 31’ pt De Silvestro (S), 4’ st Pirrello (S), 48′ st Baclet (C, rig.)
NOTE: Spettatori 2.331 con rappresentanza ospite, incasso di 11.522 euro, quota abbonati 2.642 euro. Ammoniti: Corsi (C), Giordano (S), De Silvestro (S), Spinelli (S), Valente (S), Malerba (S). Angoli: 6-4 per il Cosenza. Recupero: 0′ pt – 4’ st

Related posts