Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, al Lorenzon è partito un mercato in sordina

Rende, al Lorenzon è partito un mercato in sordina

La società biancorossa sottolinea come farà poco o niente in questa sessione. La posizione in classifica e i punti conquistati fanno sperare per il meglio Trocini.

Non sarà un calciomercato ricco di colpi di scena quello del Rende calcio. Non dovrebbero esserci stravolgimenti né per quanto concerne le trattative in uscita né per quelle in entrata. La società di via Fratelli Bandiera punta, più che altro, a mantenere inalterata la rosa attuale che, a più della metà dalla fine del campionato, ha accumulato una quota considerevole di punti per una neo-promossa della categoria, 31. I

l tecnico cosentino Bruno Trocini ha sempre ribadito davanti ai giornalisti del fatto di «essere felice dei ragazzi a disposizione» aggiungendo che per la realtà del Rende calcio «abbiamo i migliori calciatori a disposizione». Fin qui, come scritto poc’anzi, i risultati danno ragione a Trocini che vede l’obiettivo salvezza sempre più vicino. Forse un piccolo intervento si potrebbe fare in attacco, dove sarebbe utile una seconda punta più ispirata al gioco in profondità. Ma, da un altro punto di vista, si potrebbe risolvere dando un’occhiata all’interno della compagine: provare, eventualmente Felleca o ritrovare Vivacqua. Tuttavia, sono parole, ipotesi, discorsi. Ci penserà, in questo senso, il tecnico Trocini.

Dunque, l’obiettivo per questa finestra del mercato di riparazione è quello di non perdere neanche un tassello della rosa detentrice del quinto posto in classifica. Se vogliamo proprio parlare di qualche spiraglio di trattativa, verso la fine di dicembre alcuni intermediari hanno sondato i nomi di Blaze e Laaribi, ma poi non se n’è fatto nulla. I pezzi pregiati del Rende, con molta probabilità, entreranno nel vivo del calciomercato in giugno, mese destinato alla definizione di squadre e progetti, anche in base a come alcuni elementi chiuderanno la stagione in riva al Campagnano.

La squadra, parlando del campionato ad oggi in pausa, ha saputo rispondere ai momenti di difficoltà, che in questa prima parte sono riconducibili a tre periodi. Il primo, verso l’inizio del campionato dove, in seguito alle vittorie riportate contro Reggina e Akragas, la truppa biancorossa soccombette sotto i colpi di Siracusa, Virtus Francavilla e Lecce; il secondo, più breve, il 7 novembre 2017, giorno della pesante disfatta di Trapani (sconfitta per 4-0), accantonato immediatamente con la vittoria di Monopoli; infine il terzo momento negativo, quello che comprende la 18esima e 19esima giornata dove, rispettivamente, il Rende perse in favore di Fidelis Andria e Catania, ma, anche in questa circostanza, i biancorossi, due turni più tardi, hanno rialzato la testa timbrando 6 punti (successi contro Reggina e Akragas). (Giulio Cava)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it