martedì,Agosto 9 2022

Discarica di Celico, il Tar Calabria boccia la Giunta di Jole Santelli

Il Tar della Calabria ha sospeso l'efficacia di un'ordinanza della Giunta regionale sulla discarica di Celico. Ecco le motivazioni.

Discarica di Celico, il Tar Calabria boccia la Giunta di Jole Santelli

Il Tar della Calabria ha sospeso l’efficacia di un’ordinanza della Giunta Regionale, presieduta dal presidente Jole Santelli, relativa alla discarica di Celico. La società E Waste S.r.l. ha presentato ricorso, chiedendo l’annullamento del provvedimento nella parte in cui la Regione Calabria ha ordinato alla società MI.GA. s.r.l. (oggi E WASTE s.r.l.) di accettare nella propria discarica di Celico i rifiuti provenienti dagli impianti di trattamento regionali, pubblici e privati al servizio del circuito pubblico sino ad un quantitativo massimo di 300 t/ giorno per una durata massima di 60 giorni e nelle more del perfezionamento della eventuale procedura di omologa, comunicata in data 21 maggio 2020.

Discarica di Celico, ecco le motivazioni del Tar Calabria

I giudici amministrativi, ritenuto «che il pericolo di danno rappresentato da parte ricorrente a sostegno dell’istanza di sospensione degli effetti del provvedimento impugnato recede rispetto al rischio immediato di emergenza ambientale che l’ordinanza impugnata mira a scongiurare» e che «le esigenze che l’ordinanza mira a soddisfare non comportino anche la necessità di derogare alle norme, stabilite in via legislativa e presidiate anche da tutela penale, circa l’omologa e la verifica dei rifiuti da conferire nella discarica di Celico», hanno sospeso l’efficacia dei provvedimenti impugnati nella sola parte in cui prevedono in capo a E-Waste S.r.l. l’obbligo di accettare i rifiuti anche nelle more del perfezionamento dell’eventuale procedura di omologa. Udienza di merito, invece, fissata per il 24 febbraio 2021.

Articoli correlati