giovedì,Dicembre 2 2021

Perché fare benzina a Cosenza costa di più. Ecco tutte le città vittime dei rincari

Le famiglie italiane saranno costrette a pagare 300 euro in più per le utenze. La città dei bruzi tra quelle in cui fare rifornimento costa di più

Perché fare benzina a Cosenza costa di più. Ecco tutte le città vittime dei rincari

La cosiddetta “stangata” dei prezzi di luce e gas ha portato gli italiani a scucire più soldi per pagare le bollette e per far fronte agli aumenti sia nel campo dei trasporti pubblici che privati. Si calcola che la spesa aggiuntiva potrà raggiungere diverse centinaia di euro in più rispetto allo scorso anno. Ecco quali città hanno registrato gli aumenti più salati:

Bollette luce e gas, le città più care

Al primo posto troviamo Verona, con un +37,5%; a seguire Bologna, con +36,4%; Forlì e Cesena, con +34,5%; Bolzano, con +33,9%; Avellino, con + 33,5%; Trento, con +32,2%; Lodi, con + 31,8%; Pordenone, con +31,1%; Varese, con +30,7%; Vicenza e Udine, con +30,5%.

Per quanto riguarda le città più fortunate che hanno registrato meno rincari, in pole troviamo Cagliari, con +18,5%; di seguito Sassari, con +18,6% e Catania, con +19%.

Prezzo dei carburanti, 300 euro in più a famiglia

Cosenza è tra le città che ha registrato, in Italia, gli aumenti più salati per quanto riguarda il prezzo dei carburanti. L’aumento del costi nei trasporti, in Italia, ha segnato un +8,7 punti percentuali rispetto ad ottobre 2020, con una spesa media aggiuntiva per famiglia stimata in circa 300 euro.

Ecco le città in cui si sono registrati i rincari più alti per quanto riguarda i mezzi di trasporto privati: Grosseto, con +20%; Gorizia, con +15,3%; Trieste, con +15,1%; Udine, con +14,5%; Potenza, con +14,1%; Ascoli Piceno, con +13,7%; Cosenza, con +13,6%; Pordenone, con +13,5%; Novara, Venezia e Padova, con +13%; Alessandria, con +12,7%.