lunedì,Settembre 26 2022

Cosenza, l’agenda di Gemmi: cessioni, Meroni e…Amione?

Giorni intensi per il Direttore Sportivo del Cosenza. Dopo aver quasi definito il ritorno di Meroni, ora servono le cessioni. In difesa c'è un nome nuovo.

Cosenza, l’agenda di Gemmi: cessioni, Meroni e…Amione?

Giorni di lavoro intensissimi per Roberto Gemmi. Sull’agenda del Direttore Sportivo del Cosenza ci sono diversi impegni: sistemare i reparti, ma anche sfoltire la rosa. Conditio sine qua non, per poi poter chiudere i colpi in entrata e completare la rosa. Dopo aver visto sfumare l’obiettivo Camporese, il Cosenza ha deciso di chiudere con Andrea Meroni (’97), tenuto in stand by per qualche giorno, ma che ora potrebbe presto diventare prestissimo un nuovo calciatore dei rossoblù. Il centrale di proprietà del Sassuolo, già da qualche settimana, aveva dato il suo ok per ritornare a vestire la maglia del Cosenza dopo le pochissime apparizioni durante la stagione 2016/2017 in Serie C.

Cedere è la priorità

Quello che adesso Gemmi vorrebbe rendere più veloci possibili, sono le cessioni. Il mercato in entrata del Cosenza dipende da quelle. Vi abbiamo detto che c’è una serie di calciatori che non fanno più parte del progetto futuro dei rossoblù: il portiere Vigorito, i difensori Corsi, Tiritiello, Venturi e Panico e gli attaccanti Sueva e Pandolfi. Finora le offerte arrivate combaciano con quelle che sono le esigenze del Cosenza. Bisogna trovare a tutti loro una sistemazione per avere poi, anche in entrata, la possibilità di vedere i calciatori che servono a Dionigi per completare la rosa.

Il nome nuovo è Amione

C’è però da registrare, sempre in difesa, un nome nuovo tra quelli che interessano ai lupi. Ovvero quello di Bruno Amione (’02). Il calciatore argentino è di proprietà del Verona, che anche per quest’anno lo lascerebbe partire in prestito in Serie B per permettergli di continuare il proprio percorso di crescita e trovare continuità di impiego. La Reggina si è già mossa. Proprio in amaranto Amione ha giocato, benissimo tra l’altro, lo scorso anno. Ma il profilo piace molto a Gemmi, anche perché si tratta di un centrale di piede mancino, che può disimpegnarsi anche nel ruolo di terzino. Per ora il Cosenza monitora molto attentamente la situazione.

Articoli correlati