venerdì,Ottobre 7 2022

Cosenza, accordo con il main sponsor. Trattativa curata da Guarascio

Si tratta del Consorzio di tutela Salumi di Calabria Dop di cui fanno parte 12 aziende del territorio. Probabile l'esordio già a Bologna

Cosenza, accordo con il main sponsor. Trattativa curata da Guarascio

Eugenio Guarascio ha chiuso in prima persona nei giorni scorsi una trattativa che riguarda il club che gestisce ormai dal 2011. Non c’entra il calciomercato dal quale Dionigi aspetta ancora cinque pedine di un certo spessore, ma la casacca di gioco con cui Larrivey e compagni scenderanno in campo. Il main sponsor del Cosenza Calcio, infatti, sarà il Consorzio di tutela – Salumi di Calabria Dop. Il patron lavorava a questo accordo da qualche settimana, tanto da tenere in stand-by una serie di situazioni. Il dato certo è che 4.0 non ha inteso rinnovare la collaborazione con Via degli Stadi, almeno non nei termini delle ultime due stagioni.

Accordo tra il Cosenza Calcio e il Consorzio di tutela Salumi di Calabria Dop

Come riporta il sito ufficiale, il Consorzio di tutela – Salumi di Calabria Dop «è un organismo senza fini di lucro che svolge, su incarico del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, le funzioni di tutela, vigilanza, promozione, valorizzazione, informazione al consumatore e cura generale degli interessi relativi alle D.O.P. dei Salumi di Calabria: Capocollo di Calabria D.O.P., Pancetta di Calabria D.O.P». Ne fanno parte 12 aziende, la sede legale è a Cosenza ed è stato fondato nel 2007. Grifferanno le maglie da gioco dei Lupi nel torneo cadetto 2022-2023. Sono già state stampate una serie di prove, da cui un particolare ritagliato per la foto di apertura, e non è da escludere affatto che l’esordio possa avvenire già domani sera a Bologna.

La conferma di Stefania Rota

La presidente del Consorzio ha confermato la nostra indiscrezione tramite un post sul profilo Facebook ufficiale del gruppo. “Sostenere il Cosenza Calcio significa per noi far conoscere ad un pubblico vasto la presenza sul mercato del nostro marchio che rappresenta qualità delle produzioni locali, cibo sano e sostenibilità” ha detto Stefania Rota.