giovedì,Dicembre 1 2022

Cosenza, cosa manca a Dionigi. Quatto-cinque innesti e sette partenze

Inizia l'ultimo mese di calciomercato, il ds completerà l'organico a disposizione del tecnico dei Lupi strada facendo. Molti saluteranno la truppa

Cosenza, cosa manca a Dionigi. Quatto-cinque innesti e sette partenze

Cosa manca ancora a Davide Dionigi è ben chiaro, al netto del terzo portiere Lai annunciato ieri mattina dai rossoblù. Il calciomercato del Cosenza vivrà l’ultimo mese in maniera abbastanza intensa, perché tra entrate ed uscite sono attese una decina di operazioni, che potrebbero anche crescere di numero qualora si presentassero delle opportunità.

Vigorito out, arriva un portiere

La situazione di Mauro Vigorito è quella che va risolta con una certa rapidità. L’ex portiere del Lecce, club che contribuisce in maniera cospicua al suo ingaggio, è in uscita. Il problema è che nessuno ha affondato su di lui. Gemmi, a stretto contatto con l’agente, attende risvolti così da poterlo sostituire adeguatamente. Ad oggi il titolare è Matosevic che, a meno di sorprese, resterà al Marulla. Da capire se con i gradi di titolare oppure no, ma le valutazioni sono ancora in corso e bisogna andare con i piedi di piombo su questo argomento.

Calciomercato Cosenza, in difesa c’è da lavorare

Le idee di direttore sportivo e allenatore combaciano. In difesa Dionigi aspetta che il calciomercato del Cosenza gli regali un centrale sinistro (viva la pista Amione, ma non è l’unico) e due esterni di piede mancino. Panico vivrà un’altra stagione in prestito così come Corsi che ha un biennale. Anche La Vardera cercherà il giusto minutaggio altrove.

Si sta provando a piazzare Andrea Tiritiello che ha qualche richiesta in Serie C, ma in cuor suo gradirebbe una soluzione tra i cadetti. L’investimento fatto su Hristov per adesso non ha dato i frutti sperati: in presenza di un’offerta il bulgaro partirebbe senza rimpianti da parte del club. In più neppure le posizioni di Rigione, Vaisanen e Venturi sono già definite. Due potrebbero salutare, chiaramente venendo adeguatamente sostituiti.

Il centrocampo e l’eterno Cavion

Il calciomercato del Cosenza è partito con una certezza: Dionigi vuole Cavion della Salernitana. A più di un mese, però, dall’abboccamento iniziale, i granata non lo liberano e alimentano il suo desiderio di far parte di un organico di Serie A. La domanda da un milione di dollari è: i Lupi lo aspetteranno anche negli ultimi dieci giorni di agosto? Potrebbero, perché il gradimento è massimo. Fatto sta che Brescianini del Milan dovrebbe arrivare a prescindere non appena si incastreranno le caselle. Gemmi vuole chiudere, in settimana dovrebbe farlo. Spera a margine di qualche cessione.

In attacco a posto così, ma il calciomercato del Cosenza…

La prima linea è stata sistemata con largo anticipo, al netto della partenza di Sueva che seguirà Occhiuzzi all’Olbia. Dionigi ritiene che sia la batterie di trequartisti e di seconde punte, che di attaccanti centrali sia stata assemblata in maniera adeguata. Niente ciliegine sulla torta, pertanto? Così dovrebbe essere per non ingolfare un reparto dove tanti giovani aspettano di esplodere. Ma vuoi mettere l’occasione giusta nei giorni del condor…