lunedì,Giugno 24 2024

Milano, arrestati i trapper Baby Gang e Simba per una sparatoria

Sono gravemente indiziati di diversi reati. Le misure dopo una violenta rissa che ha visto coinvolte più di 10 persone tra il 2 e il 3 luglio scorso

Milano, arrestati i trapper Baby Gang e Simba per una sparatoria

Polizia e carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano e dalla Procura per i Minorenni di Milano, stanno eseguendo due ordinanze cautelari nei confronti di 11 persone, “gravemente indiziate dei reati di rissa, lesioni, rapina aggravata e porto abusivo di arma da sparo“. Tra gli arrestati ci sono i trapper Baby Gang e Simba. L’operazione ha avuto origine dopo una violenta rissa che ha visto coinvolte più di dieci persone, con l’uso di armi da fuoco, la notte tra il 2 e il 3 luglio scorso in via Alessio di Tocqueville, luogo noto della movida milanese.

In quella circostanza, erano stati fermati due cittadini senegalesi convolti nella rissa, entrambi feriti da colpi d’arma da fuoco alle gambe. Gli inquirenti hanno lavorato attraverso attività tecniche, analisi di numerosi filmati e acquisizione di dichiarazioni di persone informate sui fatti. Le verifiche, scrive chi indaga, hanno “consentito di individuare in modo puntuale le fasi salienti della violenta rissa e di ricondurre la stessa a pregressi contrasti tra bande di strada e a relativi interessi economici”. Alla rissa avrebbero partecipato almeno 13 persone, di cui 11, tra i quali i due trapper e due minorenni, appartenenti a un’unica fazione. La rissa a calci e pugni si è conclusa come una vera e propria esecuzione nei confronti dei due senegalesi, feriti alle gambe da colpi d’arma da fuoco e derubati del denaro e altri effetti personali. Nei mesi scorsi, i carabinieri avevano tratto in arresto nove persone, quattro delle quali destinatarie del provvedimento odierno, protagoniste di una spirale di aggressioni e ritorsioni tra le bande di Simba La Rue e Baby gang, unite nella gang di Piazza Prealpi, e quella di Baby Touchè, per l’aspra conflittualità determinata dalle rivalità nella diffusione delle rispettive produzioni musicali. Numerose sono le perquisizioni effettuate a carico degli indagati.

Secondo chi indaga sugli arresti di Simba La Rue e Baby Gang, “la gang di Piazza Prealpi” è “tuttora la più attiva sulla scena criminale e musicale milanese, nella quale si uniscono le gang di Simba La Rue e Baby Gang con regole di fedeltà reciproca e di omertà. Le modalità e le circostanze dei reati commessi denotano una spiccata capacità delinquenziale e pericolosità sociale dei soggetti coinvolti, capaci di compiere azioni delittuose connotate da particolare gravità ed efferatezza, potendo avvalersi della comune disponibilità di armi da fuoco, che non esitano a mostrare nei loro video musicali e sui rispettivi profili social, raggiungendo migliaia di followers soprattutto tra gli adolescenti”.

Quattro persone, inoltre, sono state arrestate nell’ambito dell’inchiesta sull’accoltellamento dello stesso Simba la Rue, avvenuto lo scorso 16 giugno a Treviolo, in provincia di Bergamo. I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il Tribunale di Bergamo nei confronti dei 4 presunti autori accusati di tentato omicidio. “Il delitto – scrive chi indaga – si inserisce in un’accesa rivalità tra rapper, uno, la vittima, attivo nel milanese e l’altro attivo nel padovano”.

Trovata pistola sotto il cuscino

I carabinieri di Milano hanno trovato una pistola Beretta calibro 7,65 sotto il cuscino quando questa notte hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di 11 persone accusate a vario titolo di rissa, lesioni, rapina aggravata e porto abusivo di armi, ritenute appartenenti alla gang facente capo ai trapper Baby Gang e Simba La Rue. L’arma è stata trovata in una casa di Sesto San Giovanni intestata alla società della madre di Baby Gang e utilizzata dal gruppo come base di ritrovo anche per suonare.

L’indagine è nata in seguito all’episodio avvenuto in corso Como nella notte tra il 3 e il 4 luglio 2022 quando vennero aggrediti e feriti anche con armi da fuoco due cittadini senegalesi fuori dal noto locale ‘Hollywood’ in seguito a una rissa scoppiata per futili motivi ancora non chiarissimi. In passato, secondo gli inquirenti, ci sarebbero stati motivi di scontro con una delle due vittime per l’affitto di un appartamento, ma il motivo scatenante sarebbe la spinta a una ragazza presente nel locale di Milano assieme ai due cittadini africani.

Baby Gang è stato arrestato questa notte in viale Monza fermato dai militari dell’Arma a bordo di un SUV assieme ad altri due indagati, rispettivamente il suo autista e il ragazzo che gli cura i profili social. Durante l’arresto, il rapper sarebbe rimasto tranquillo e collaborativo con i carabinieri.

Autista di Baby Gang arrestato il giorno del compleanno

Marilson Paulo Da Silva, manager e autista personale del trapper Baby Gang, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia Milano Duomo nel giorno del suo 27esimo compleanno. Da Silva è nato infatti il 7 ottobre 1995.

Simba ha partecipato alla rissa in stampelle

Saida Mohamed Lamine, in arte ‘Simba la Rue‘, ha partecipato alla rissa con sparatoria nella notte del 3-4 luglio 2022 in zona corso Como utilizzando una stampella per picchiare i due cittadini senegalesi vittime dell’aggressione. Simba aveva le stampelle a causa del ferimento alla gamba con un coltello avvenuto nella bergamasca lo scorso 16 giugno nell’ambito di una faida fra la sua banda e quella del trapper padovano Baby Touché. Episodio per il quale il giovane tunisino classe 2002 rischia di poter mai riavere la gamba sana come in passato.

fonte: LaPresse

Articoli correlati