domenica,Maggio 19 2024

Paventata chiusura sede Inail di Castrovillari, Laghi: «No alla desertificazione»

Il consigliere regionale: «Bisogna fare fronte comune per scongiurare questa minacciata chiusura che determinerebbe inevitabilmente gravi disservizi»

Paventata chiusura sede Inail di Castrovillari, Laghi: «No alla desertificazione»

Si riprende a parlare della paventata chiusura della sede Inail di Castrovillari e torna ad allarmarsi la comunità del Pollino e della Valle dell’Esaro. L’importante presidio, infatti, serve una vasta area della parte nord della provincia di Cosenza, con un numero di utenti decisamente importante.

La questione, già dallo scorso anno, è stata attenzionata dal Consigliere regionale Ferdinando Laghi, Capogruppo di “De Magistris Presidente”, il quale fin dal 2 marzo 2023 era intervenuto, chiedendo informazioni al riguardo all’Ufficio di Presidenza Inail di Roma, alla Direzione regionale Calabria, a quella provinciale e, per conoscenza, anche alla sede Inail di Castrovillari. La nota inviata, contenete la contrarietà assoluta alla soppressione della sede Inail di Castrovillari e le relative motivazioni, è stata, in questi giorni, ribadita attraverso una nuova missiva, nella quale si riafferma la inaccettabile gravità di una eventuale dismissione di un servizio che tutela la popolazione e, in particolare, i lavoratori.

«Invito tutte le Istituzioni e le Forze politiche e sociali del Pollino e dell’Esaro a porre in essere iniziative a difesa del territorio. Bisogna fare fronte comune per scongiurare questa minacciata chiusura che determinerebbe inevitabilmente gravi disservizi – sottolinea il Consigliere Laghi – per la collettività della vasta area di riferimento e che andrebbe anche contro lo stesso mandato istituzionale dell’Inail».

Articoli correlati