Tutte 728×90
Tutte 728×90

Domani al Chiostro di San Domenico la presentazione del libro “Il Giro di Calabria in 80 tappe”

Domani al Chiostro di San Domenico la presentazione del libro “Il Giro di Calabria in 80 tappe”

Il racconto di una Calabria finalmente diversa, nella quale trova posto la leggerezza, l’ironia, il divertimento, la bellezza gioiosa e giocosa. E’ il racconto contenuto nel libro “Il Giro di Calabria in 80 tappe”, edito da l’Orsa e che sarà presentato domani alle ore 17.30, nella sala capitolare del complesso monumentale di San Domenico, per iniziativa dell’Amministrazione comunale e dell’Associazione “Quartieri tranquilli”, di cui è Presidente nazionale, a Milano, Lina Sotis e che a Cosenza è coordinata da Eva Catizone, delegata per le politiche culturali del Sindaco Mario Occhiuto.

“Il Giro di Calabria in 80 tappe” è scritto a sei mani da Adele Filice, Maria Grazia Innecco e Carmen Trotta, rispettivamente una giornalista cosentina dedita ai viaggi di esplorazione nella sua regione, una pierre milanese che si diverte a trasformare in realtà i sogni propri e altrui e un architetto (anche lei di Cosenza) che ritiene non esista progetto impossibile da realizzare. Questo affiatato team, tutto al femminile, ha descritto nel libro che si articola in 80 tappe, una Calabria antica sin dalla leggenda e nuova fino al sogno, osservandola con gli occhi dell’affetto. Ne scaturisce un viaggio condiviso, intriso di memorie e di vissuto che fa del libro una vera e propria guida emozionale. Alla presentazione del volume parteciperà la scrittrice e giornalista del “Corriere della Sera” Lina Sotis, nella sua veste anche di  Presidente nazionale dell’Associazione “Quartieri tranquilli”.

Nel libro di Maria Grazia Innecco, Adele Filice e Carmen Trotta, ecco disvelata – come ama sottolineare nella introduzione la stessa Innecco – «una Calabria come non si era mai lasciata guardare, orgogliosa e schiva come si è costruita nei millenni, ma capace di affascinare e legare a sé come poche Terre sanno fare. Come capita anche agli amori più grandi, quelli che si sanno manifestare in un istante, ma ai quali non basta una vita per svolgersi, anche con la Calabria, da una scintilla di intesa è scaturito qualcosa di molto più impegnativo ed importante. Una sorta di Grand Tour, quasi senza limiti temporali, alla ricerca di quella parte di noi stessi che tende a nascondersi nei luoghi e di cui ci si può riappropriare solo dopo averla trovata».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it