sabato,Aprile 13 2024

Otto anni di Daspo a due tifosi del Cosenza, pronto ricorso al Tar

Il Questore di Cosenza ha notificato un provvedimento di Daspo della durata di otto anni a due giovani ultrà rossoblù. Ora il ricorso al Tar.

Otto anni di Daspo a due tifosi del Cosenza, pronto ricorso al Tar

Daspo per 8 anni con obbligo di doppia firma (primo e secondo tempo di ogni partita) a due tifosi del Cosenza. Iil 13 aprile scorso è stato notificato da parte del Questore di Cosenza, Giovanna Petrocca, un provvedimento di Daspo a due tifosi rossoblù per fatti afferenti gli allenamenti della squadra, svoltisi il 15 ottobre del 2020 presso lo stadio “San Vito Marulla”.

A dire degli agenti della Questura di Cosenza, i due tifosi, unitamente ad altre 20 persone, avrebbero danneggiato una serranda posta nelle adiacenze della curva nord “Massimiliano Catena” al fine di accedere alla stesa ed assistere agli allenamenti. Nessun tifoso all’epoca dei fatti è stato fermato e identificato, ma ciò nonostante gli agenti avrebbero identificato i due ragazzi comparando le immagini riprese dal sistema di video sorveglianza con la conoscenza diretta degli stessi.

In data odierna, la Procura della Repubblica di Cosenza, contrariamente a quanto sostenuto nel provvedimento di Daspo e non condividendo le argomentazioni del Questore di Cosenza circa l’identificazione e la pericolosità dei due ultras, non ha richiesto la convalida dello stesso. I due giovani, difesi dagli avvocati Fabio Parise e Pietro Sammarco del foro di Cosenza, hanno annunciato ricorso al TAR.

Articoli correlati