martedì,Marzo 5 2024

Gentlemen 2, la Cassazione annulla con rinvio tutti i capi d’accusa contestati a Pasquale Forastefano

Torna in discussione la posizione del presunto capo dell'organizzazione criminale dedita al narcotraffico. Gli avvocati Di Iacovo e Badolato ritengono non fondati i rilievi sull'utilizzo del criptofonino Sky-Ecc da parte dell'indagato

Gentlemen 2, la Cassazione annulla con rinvio tutti i capi d’accusa contestati a Pasquale Forastefano

La Corte Suprema di Cassazione ha annullato tutti i nove capi d’accusa per Pasquale Forastefano, presunto capo dell’associazione Abbruzzese-Forastefano, dedita al narcotraffico ed al traffico d’armi su scala mondiale. Il suo nome spicca tra gli arrestati arrestati nell’ambito della maxi-inchiesta antidroga su scala internazionale ed intercontinentale denominata “Gentlemen 2” scattata all’alba dello scorso 5 giugno in esecuzione di un’ordinanza applicativa di misure cautelari in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Catanzaro, su richiesta della procura distrettuale antimafia.

Secondo l’accusa Pasquale Forastefano detto “l’animale” avrebbe capeggiato un’associazione operativa nel settore del traffico di sostanze stupefacenti e delle armi in ambito internazionale (Spagna e Serbia) ed intercontinentale (Sud America). In particolare, a Forastefano era stato contestato di aver diretto l’associazione insieme a Nicola Abbruzzese, assumendo un ruolo decisionale nella gestione delle trattative inerenti all’importazione di colossali quantitativi di hashish, eroina e cocaina dal Sud America e dall’Europa centro-balcanica.

Leggi anche ⬇️

In particolare tramite una rogatoria internazionale le Autorità giudiziarie francesi, olandesi e belghe, coordinate da Europol ed Eurojust, avevano hackerato un server della società americana Sky-Ecc, mediante la quale soggetti di tutto il mondo avrebbero scambiato messaggi al riparo dalle intercettazioni delle forze dell’ordine.

Secondo l’accusa tra gli utilizzatori di un criptofonino Sky-Ecc vi sarebbe stato anche Pasquale Forastefano, il quale avrebbe utilizzato l’avveniristico apparecchio rivelando modalità di approvvigionamento, di trasporto, costi e quantitativi dello stupefacente e delle armi importate.

Ricorso in Cassazione

Contro l’accusa di direzione dell’associazione e di altri otto capi d’accusa riguardanti le importazioni di droga ed armi da tutto il mondo, Pasquale Forastefano aveva proposto ricorso al Tribunale del Riesame di Catanzaro, il quale lo scorso 3 luglio aveva confermato l’ordine di custodia in carcere.

Anche tale decisione è stata impugnata da Forastefano davanti alla Corte Suprema di Cassazione, la quale – all’esito dell’udienza che si è tenuta oggi – ha accolto integralmente il ricorso presentato dagli avvocati Pasquale Di Iacovo e Cesare Badolato e di conseguenza ha annullato con rinvio per nuovo esame tutti e nove i capi d’accusa contestati all’indagato.

In particolare, i cassazionisti Di Iacovo e Badolato avevano esposto nel ricorso molteplici incongruità della motivazione con la quale erano stati ritenuti non fondati i rilievi che la difesa aveva mosso in relazione alla capacità dimostrativa – delle intercettazioni telefoniche ed ambientali – di rappresentare con certezza l’utilizzo del criptofonino Sky-Ecc da parte di Pasquale Forastefano, il quale era stato sottoposto nel mese di ottobre dello scorso anno 2022 al regime del carcere duro (41 bis) nell’ambito di un altro maxiprocesso denominato operazione “Kossa”.

Per quanto riguarda la maxi inchiesta “Gentlemen 2”, in conseguenza dell’annullamento con rinvio da parte della Corte Suprema di Cassazione, dovrà di nuovo celebrarsi un nuovo giudizio davanti al Tribunale del riesame di Catanzaro, il quale questa volta dovrà tenere conto delle indicazioni che gli saranno fornite dai giudici di legittimità romani, in accoglimento del ricorso presentato dalla difesa.

Ampia soddisfazione professionale hanno manifestato gli avvocati Pasquale Di Iacovo e Cesare Badolato, per il rigore argomentativo sul tema della corretta identificazione dell’indagato, che oggi è stato dimostrato dalla Corte Suprema di Cassazione ascoltando le incongruenze motivazionali segnalate dalla difesa.

Il primo dicembre scorso anche per la posizione di Fiorello Abbruzzese, la Cassazione, relativamente a due capi d’accusa, aveva annullato con rinvio, muovendo dubbi sulla riferibilità delle chat Sky-Ecc. Anche in questo caso, come chiesto dagli avvocati Belvedere e Diddi, ci sarà un nuovo esame davanti al Tdl.

Articoli correlati