venerdì,Maggio 24 2024

Cosenza, approvato il bilancio di previsione 2024-2026

Caruso: «Scritta una pagina importante per la città». Respinta una mozione della minoranza che chiedeva di destinare ad altre finalità i 5 milioni iscritti a bilancio derivanti dalla vendita dell'immobile di Via degli Stadi all'Asp che non alla manutenzione

Cosenza, approvato il bilancio di previsione 2024-2026

Il Consiglio comunale, presieduto da Giuseppe Mazzuca, ha approvato il bilancio di previsione 2024/2026. Il documento contabile ha riportato il voto favorevole di 18 consiglieri comunali più quello del Sindaco Franz Caruso ed è stato approvato con l’astensione di Bianca Rende e il voto contrario dei consiglieri di minoranza Giuseppe d’Ippolito, Francesco Spadafora, Ivana Lucanto, Michelangelo Spataro e Francesco Luberto (transitato nell’opposizione con la formazione del nuovo gruppo “Azzurri per Cosenza” da lui stesso guidato in qualità di capogruppo).

“E’ stata scritta – ha detto il sindaco Franz Caruso intervenendo dopo le dichiarazioni di voto – una pagina importante e significativa nell’interesse della città. Il documento contabile che sottoponiamo all’attenzione del Consiglio comunale è un passaggio chiave dell’azione di risanamento e di trasparenza che l’Amministrazione comunale ha concretizzato. Questo ci consente di guardare con fiducia e ottimismo al progetto che abbiamo messo in campo e al futuro della città».

Il Sindaco ha poi insistito nel sottolineare che «le opere ereditate dalla precedente Amministrazione sono tutte incompiute. Molte di esse sono state inaugurate con manifestazioni pompose, ma non ce n’è una che abbia il crisma della definitività». E ha citato gli esempi dell’area del Ponte di Calatrava, dell’ex Hotel Jolly, della stessa Piazza Bilotti. «Noi, da quando ci siamo insediati, abbiamo avviato tante opere che stanno vedendo la luce e non è un caso che questa mattina abbiamo consegnato la seconda opera pubblica completata di Agenda Urbana, riqualificando e riefficientando, sotto il profilo energetico, 32 alloggi di edilizia residenziale pubblica in via Molicella. Altre 9 opere di Agenda Urbana già completate – ha detto ancora Franz Caruso parlando all’aula del consiglio comunale – saranno inaugurate nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. La città di Cosenza può ritenersi soddisfatta per quello che abbiamo realizzato nei primi due anni e mezzo di mandato, ma sarà ancora più soddisfatta per quanto faremo alla fine del nostro mandato».

All’inizio del suo intervento, il Sindaco Franz Caruso si era unito ai ringraziamenti che il dirigente del settore Bilancio e Risorse finanziarie, Giuseppe Bruno, aveva indirizzato ai funzionari e dipendenti del suo settore (Antonella Grande, Simona Zicarelli, Piero Tarsitano, Serafina Baldino, Ettore Fiumara e Carmen Di Rini) ed anche ai tirocinanti, rivolgendo poi un ringraziamento particolare ai consulenti Gianluca Bilotta e Pierluca Zasa che il primo cittadino ha definito “preziosi collaboratori”.

Franz Caruso, ringraziando anche il Presidente del consiglio comunale Giuseppe Mazzuca per la disponibilità, si è poi soffermato anche su temi non direttamente inerenti la pratica di bilancio, fornendo risposte puntuali sulle singole questioni sollevate, negli interventi precedenti, dai consiglieri comunali Bianca Rende, Michelangelo Spataro, Giuseppe d’Ippolito, Francesco Spadafora e Francesco Luberto. «Non mi sottraggo alle domande che sono state avanzate – ha precisato il Sindaco – e darò delle risposte parlando il linguaggio della verità. Noi abbiamo a cuore le sorti della città alla cui evoluzione teniamo in modo particolare al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini».

Franz Caruso ha detto ancora di registrare dei miglioramenti di alcuni servizi che sono importanti per la vita dei cittadini, ad esempio la pulizia della città. «La situazione della pulizia della città è sì migliorata, ma è fuor di dubbio che ci siano ancora delle criticità». E ha portato l’esempio di via Padre Giglio, sollevato dal consigliere Spataro. «Quella di via Padre Giglio – ha rimarcato Franz Caruso – è una situazione che conosco benissimo per le molteplici bonifiche settimanali che hanno interessato quella zona. Ma alle bonifiche sono purtroppo seguite situazioni di nuovo degrado, in quanto non appena si interviene, si ripristina la situazione di prima. La nostra attenzione è massima, ma il problema non si risolverà alla radice se non si metterà mano e non si porterà avanti quell’azione di smantellamento dei box che riteniamo prioritaria».

Allo stesso modo il Sindaco ha affermato di conoscere benissimo le situazioni rappresentate da Spataro sia su Via Popilia che a via degli Stadi, «ma sarebbe il caso di ricordare come erano questi luoghi prima del nostro insediamento. Il 4 novembre 2021, all’atto del nostro insediamento, abbiamo trovato la città nel più totale degrado, con la spazzatura che arrivava ai primi piani dei palazzi e siamo intervenuti non senza difficoltà. Se non c’è la collaborazione dei cittadini, non si può assicurare il decoro alla città».

Nel corso del dibattito in Consiglio anche dall’opposizione sono venuti all’indirizzo del Sindaco apprezzamenti per la presa di posizione assunta nei giorni scorsi nei confronti di Municipia, la società aggiudicataria del servizio di riscossione del Comune di Cosenza, che opera in regime di prorogatio. Il Sindaco ha ringraziato per gli apprezzamenti. «Non ho fatto altro quel che ogni cittadino deve fare, quando riscontra un disservizio. Non v’è dubbio – ha precisato Franz Caruso – che c’è stato un incremento positivo nella riscossione dei tributi, con un maggiore impegno della società anche per la pressione costante che stiamo esercitando. Siamo, infatti, passati dal 26% ad oltre il 40%, ma siamo ancora lontani dal 65% della media nazionale. Ciò nonostante, non è accettabile non dare risposte al cittadino o non ricevere l’utenza con la disponibilità necessaria».

Il Sindaco è poi tornato sulla questione del call center inattivo e sulla duplicazione delle cartelle, «disfunzioni che ho pubblicamente denunciato». «Mi aspetto una risposta, anche perché so che si sono mossi i vertici nazionali. Quando avrò queste risposte, le comunicherò ufficialmente ai consiglieri e alla città». E sempre su Municipia, rispondendo al consigliere Luberto, al quale ha formulato gli auguri di buon lavoro nella nuova veste di capogruppo di “Azzurri per Cosenza”, Franz Caruso ha replicato alla sollecitazione sulla conclusione della procedura di valutazione del project financing affermando che «sono state richieste delle integrazioni e attendiamo che siano presentate. Siamo in dirittura d’arrivo. Non ci saranno più scusanti. O si arriva alla presentazione del progetto o si percorrerà una strada diversa». 

Per quanto riguarda l’OSL e la massa passiva non quantificata, come richiesto sempre dal consigliere Luberto, il Sindaco ha risposto che l’Amministrazione ha ricevuto recentemente un atto dalla Commissione straordinaria di liquidazione. «Per la prima volta hanno messo nero su bianco quella che è la situazione debitoria che, ad oggi, è stata accertata e che è pari – ma si tratta di un dato non definitivo – a 245 milioni di euro». Sull’Amaco il Sindaco ha detto che «stanno per essere depositate le motivazioni della decisione. Mi auguro che ciò che è stato prodotto come reclamo da parte dell’amministratore di Amaco e del Comune possa trovare accoglimento». 

Il Sindaco ha anche risposto alle sollecitazioni arrivate in ordine alla definzione della procedura per la nomina dei nuovi dirigenti ex art.110. «I nuovi dirigenti che arriveranno – ha detto Franz Caruso a questo proposito – rappresentano per l’Amministrazione comunale una possibilità di ausilio importante. Ritengo di poter dire che nella prossima settimana saranno definiti, in quanto saranno resi esecutivi i decreti che firmerò. La commissione preposta alla disamina delle numerose domande pervenute – ha aggiunto il primo cittadino – ha proceduto ad una valutazione rigida dei cirurricula, per verificare il possesso dei titoli degli aspiranti dirigenti. La commissione ha avuto bisogno di un tempo abbastanza lungo, ma procederemo a breve alla loro nomina».

Una parte del suo intervento il Sindaco l’ha dedicata anche alla risposta alla consigliera Bianca Rende sulla gestione del teatro Rendano che l’Amministrazione comunale, secondo la consigliera, starebbe assegnando alla società romana “Teatri Riuniti”. Dal Sindaco non si è fatta attendere la precisazione. «La gestione del Teatro Rendano appartiene all’Amministrazione comunale e saremo noi che continueremo a gestirlo – ha puntualizzato Franz Caruso -. Artisti Riuniti ha presentato un progetto, già finanziato dal Fus, per poter utilizzare la struttura per rappresentazioni teatrali e produzioni. Saranno utilizzate le maestranze locali (con addetti alla sartoria , elettricisti e falegnami autoctoni) e il Rendano tornerà alla sua vocazione originaria, quando era teatro anche di produzione.  Per la prima volta, non so dopo quanti anni si tornerà a produrre, creando un indotto economico nella città. C’è da dire, inoltre, che le organizzazioni teatrali locali non hanno presentato alcun progetto. Quello presentato pertiene invece ad una società nazionale che investirà senza confliggere con le programmazioni di lirica e prosa».

Altri passaggi dell’intervento del Sindaco hanno riguardato, sempre per restare in tema culturale e teatrale, l’intenzione dell’Amministrazione di acquistare il Teatro Morelli, «ma è propedeutico arrivare ad una transazione con chi oggi amministra il bene e rappresenta la parte privata. Vogliamo riportare il Morelli nella disponibilità del Comune». Sulla richiesta di tutta la minoranza rispetto all’utilizzo dei 5 milioni di euro iscritti in bilancio per la vendita all’Asp dell’immobile di via degli Stadi, affinché siano destinati ad altre finalità che non siano quelle degli interventi di manutenzione della città, Franz Caruso ha sottolineato che «l’Assessore Francesco De Cicco – replicando in Consiglio alla specifica richiesta avanzata dal consigliere d’Ippolito e formalizzata nella mozione poi respinta in sede di votazione – è stato molto incisivo. Dobbiamo dare risposte alle esigenze dei cittadini ed è per questo che abbiamo inziato a bitumare una parte importante della città, ma interverremo anche su altri tratti della viabilità urbana, con la certezza che intervenendo e seguendo da vicino i lavori non accetteremo più le situazioni del passato e cioè che dopo pochi mesi si presentavano le stesse criticità che le strade cittadine manifestavano prima degli interventi».

Prima della fine della seduta di Consiglio il Sindaco Franz Caruso ha dato conto anche della interlocuzione avuta questa mattina con il Rettore dell’Università della Calabria, Nicola Leone, per destinare Palazzo Ferrari a residenza universitaria degli studenti della facoltà di Scienze infermieristiche, insediata nel centro storico di Cosenza, nel complesso di San Domenico. «Forse – ha aggiunto il Sindaco – sta passando inosservata l’operazione che è stata fatta. In quest’anno gli studenti del corso passeranno dai 180 iniziali a 300 per diventare 600 alla fine del percorso».

Articoli correlati