lunedì,Luglio 22 2024

Castrolibero, affidati i primi due asset di “Castrufrancu e i Bagni del Palazzotto”

Negli spazi delle Botteghe d’Arte troverà posto anche il “Museo Digitale della Calabria”

Castrolibero, affidati i primi due asset di “Castrufrancu e i Bagni del Palazzotto”

La rigenerazione del suggestivo borgo di Castrolibero, prevista dal progetto “Castrufrancu e i Bagni del Palazzotto”, finanziato dal Bando Borghi della Regione Calabria, procede a passo deciso. 

Mentre, sotto la direzione di Fausto Capitano, si avviano al collaudo i lavori di risistemazione dei sette edifici pubblici fulcro del recupero urbano, l’Amministrazione comunale ha recentemente approvato l’affidamento diretto dei primi due asset cruciali: l’immobile destinato all’Info Point, situato in piazza Pandosia, e quello delle Botteghe dell’Arte, ubicato sotto piazza De Cicco. Questi passi essenziali segnano un notevole progresso nell’implementazione del progetto e costituiscono elementi fondamentali della strategia di promozione e valorizzazione del borgo.

Questi spazi, lotti di cantiere già consegnati in via anticipata, concessi con la delibera n. 21/2024 e in osservanza all’atto di indirizzo n. 13/2024, serviranno da un lato a offrire ai visitatori informazioni e servizi e, dall’altro, a presentarsi come autentiche vetrine per le eccellenze artistiche e culturali del territorio. 

Ma non solo. Negli spazi denominati Botteghe d’Arte troverà posto anche un’altra iniziativa particolarmente innovatrice ed efficace, dal punto di vista sia culturale che sociale, un progetto sulla digitalizzazione dei beni culturali e librari antichi e membranacei che ospiterà anche il “Museo Digitale della Calabria” – il cui allestimento è già in atto – gestito dalla Fondazione culturale Paolo di Tarso, che digitalizzerà innanzitutto l’intera collezione dei libri conservati alla Biblioteca comunale Corrado Alvaro. 

Attraverso laboratori per studenti e docenti e attività rivolte anche alle scuole, il Museo “CALABRIA EXCELSA”, finanziato dal Ministero dell’Istruzione e di cui il Comune di Castrolibero è partner istituzionale ed attuatore, offrirà agli studenti calabresi l’opportunità di arricchire il proprio bagaglio unendo l’innovazione tecnologica alla tradizione e alla valorizzazione della storia, dell’arte e della cultura, innanzitutto calabresi, e rendendo Castrolibero un punto di riferimento regionale anche in tema di digitalizzazione. 

Inoltre, grazie al riassetto del fabbricato di piazza Pandosia (Info Point), è stato possibile assegnare temporaneamente nuove sedi a diverse associazioni locali, tra cui il Forum delle AssociazioniANSPI Calabria e la Proloco di Castrolibero. Cosa che non solo consentirà alle associazioni di continuare le loro fondamentali attività sociali e culturali, ma garantirà loro anche di porsi come riferimento per l’intera comunità locale e per i visitatori.

«Siamo entusiasti di vedere il progetto “Castrufrancu e i Bagni del Palazzotto” prendere forma concretamente», ha dichiarato l’Assessore ai Lavori Pubblici, Nicoletta Perrotti. «Le assegnazioni degli asset in cui troveranno posto l’Info Point e le Botteghe dell’Arte rappresentano una tappa fondamentale nel processo di valorizzazione del nostro borgo. Questi spazi non saranno solo il primo punto di approdo per chi arriva nel centro storico di Castrolibero, offrendo importantissimi servizi ai cittadini e ai turisti, ma diventeranno centri di aggregazione e promozione culturale, oltre che esempio di modernità». 

Nell’evidenziare anche gli interventi in corso sul decoro urbano e sull’efficientamento energetico del centro storico, destinati a migliorare ulteriormente la qualità dei servizi e l’attrattività turistica, Perrotti ha infine aggiunto: «Parallelamente, l’Ufficio patrimonio del Comune sta elaborando bandi e manifestazioni d’interesse per laffido degli altri immobili oggetto di riqualifica e valorizzazione. A breve partiranno gli avvisi. Siamo impegnati a garantire che questa evoluzione continui nel migliore dei modi, rispettando la storia e l’identità del nostro bellissimo borgo delle serre cosentine». 

Con le assegnazioni dei due immobili, Castrolibero si conferma un esempio virtuoso di rigenerazione urbana, capace di coniugare tradizione e innovazione. 

Offrendo nuove opportunità culturali, sociali e di sviluppo locale, il Comune dimostra il suo fermento e l’impegno nel promuovere la crescita sostenibile del territorio, che l’Amministrazione continuerà a perseguire con determinazione e una visione, per implementare i progetti in corso e garantire che Castrolibero diventi sempre più un centro di eccellenza della regione e riferimento tra i borghi italiani.

E’ possibile reperire ogni ulteriore informazione e monitorare l’avanzamento del progetto sul sito www.laportacastrolibero.ite seguendo la pagina facebook “Castrolibero. La Porta aperta sul borgo”, l’omonimo canale YouTube e il profilo Instagram “laportacastrolibero”.

Articoli correlati