Attualità

“TELA DEL RAGNO” | La Procura generale chiede tredici nuove condanne

Il processo di secondo grado entra nel vivo: ieri mattina il sostituto procuratore generale Salvatore Di Maio ha richiesto pesanti condanne per gli imputati che in primo grado erano stati assolti e per coloro i quali erano stati giudicati innocenti per alcuni capi d’imputazione

Il sostituto procuratore generale Salvatore Di Maio ha chiesto tredici nuove condanne nell’ambito del processo di secondo grado, rito ordinario, riguardante l’inchiesta “Tela del Ragno”. Il pg ha avanzato richiesta per Francesco Tundis (24 anni di carcere), Antonio Buono (12 anni), Salvatore Valerio Cricello (17 anni), Mario Martello (12 anni e 3 mesi), Ilario Pugliese (12 anni), Alessio Martello (16 anni), Francesco Martello (12 anni e sei mesi), Giuseppe Lo Piano (17 anni), Pino Francesco Trombetta (12 anni), Umile Miceli (10 anni), Mario Serpa (21 anni) e Giancarlo Gravina (14 anni). Le restanti assoluzioni sono già definitive. Per quanto riguarda la posizione Gennaro Ditto, condannato all’ergastolo in primo grado, la pubblica accusa ha chiesto la conferma della pena riqualificando il capo 17 della rubrica imputativa in tentato omicidio aggravato. Il sostituto procuratore generale, inoltre, ha chiesto la conferma della sentenza del tribunale di Paola per gli altri imputati. Sono stati depositati, infine, i verbali di Daniele Lamanna e le trascrizioni delle dichiarazioni del pentito Franco Bruzzese che ha riferito sull’omicidio di Luciano Martello nell’udienza tenutasi poche settimana davanti alla Corte d’Assise di Cosenza. Il processo è stato rinviato al prossimo 13 luglio. Il collegio difensivo è composto, tra gli altri, dagli avvocati Giuseppe Bruno, Armando Sabato, Antonio Quintieri, Giorgia Greco, Riccardo Adamo, Antonio Ingrosso, Sabrina Mannarino, Francesca Gallucci e Marcello Manna. (a. a.)

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina