Tutte 728×90
Tutte 728×90

Calcio amatoriale, dopo cinque giornate c’è un terzetto in testa

Calcio amatoriale, dopo cinque giornate c’è un terzetto in testa

La Lazio, che ha dominato le prime giornate di campionato viene raggiunta da Napoli e Spal dopo essere caduta in casa del Cagliari. Ecco il resoconto del quinto turno.

Dopo la sosta per la festa di Ognissanti riparte il campionato Serie A8 giunto alla quinta giornata e, a sorpresa, la capolista Lazio incorre nella sua prima sconfitta, cadendo sotto i colpi del Cagliari.

Sarà demerito dei biancazzurri, che hanno sottovalutato l’avversario o merito di un Cagliari in crescita e maggiormente motivato? Non si sa, di certo è che dopo soli 4 minuti la Lazio subisce il suo primo goal su azione (marcatore Roberto Gaudio) e al 15’ è sotto addirittura di tre reti (doppietta di Claudio Tuoto). Il Cagliari adotta una tattica accorta, chiude tutti gli spazi e riparte in contropiede, mentre la Lazio non riesce a reagire. Nel secondo tempo entra in campo un’altra squadra, grintosa, aggressiva e volitiva e dopo 2 minuti Infusino accorcia le distanze; i sardi però non si intimoriscono, reagiscono e riportano il vantaggio a +3 reti con il solito Claudio Tuoto, al 43’ è di nuovo Infusino che fissa il risultato sul 4-2. Nei minuti finali il forcing laziale non è efficace ed il risultato non cambia.

Nella partita precedente si sono affrontate Genoa e Fiorentina, squadre molto dotate dal punto di vista tecnico, che nelle prime giornate hanno tenuto un andamento discontinuo e sotto le aspettative. L’incontro è molto equilibrato, numerose le occasioni per entrambe le squadre, a metà primo tempo i rossoblù vanno in vantaggio con Bruno, ma dopo pochi minuti Garritano riporta la parità. Il secondo tempo regala maggiori emozioni, i viola si portano sul doppio vantaggio grazie a Cordo F. e ancora Garritano, ma il Genoa accorcia le distanze con Bruno (doppietta anche per lui) e al 51’ agguanta il pareggio grazie alla rete di capitan Barletta. Le squadre portano a casa un solo punto e vedono aumentare il divario dalle squadre di testa.

Scorrendo gli incontri della settimana al contrario, giovedì è andato di scena l’incontro tra Verona e Bologna, terminato 6-0 per i rossoblù. Risultato tennistico, che in apparenza dice tutto sulla gara, dominata dall’inizio alla fine dal Bologna… invece guardando meglio il tabellino scopriamo che il primo tempo si è concluso sullo 0-0, solo nella ripresa il Bologna riesce ad avere ragione di un Verona volenteroso, che ha tenuto discretamente il campo per 30 minuti, e solo grazie ad un vistoso calo, fisico e mentale,i rossoblù riescono a sbloccare il risultato e a concludere in goleada; a referto vanno Langellotti, De Simone (2) Bozzo , Lauro e Pulice.

Mercoledì 08 abbiamo assistito a Torino-Inter e Roma-Sampdoria. L’incontro tra i granata ed i nerazzuri è una girandola di goal, le due squadre combattono e segnano a ripetizione; a portarsi in vantaggio è il Torino con Mazza al 18’, l’Inter pareggia al 21’ con Luciani e si porta in vantaggio al 23’ con Doumbia, pareggi il Toro al 26’ con Audia e sul finire di tempo di nuovo l’Inter si porta in vantaggio con Filippelli. La ripresa è più avida di goal ma non di emozioni, al 36’ Squadriglia porta il risultato in parità, le squadre stanche e poco lucide non riescono a sbloccare il risultato fino al 59’ quando Diaby segna il vantaggio neroazzurro, ma in pieno recupero Mazza segna la sua doppietta e fissa il risultato sul 4-4. Nel secondo incontro si affrontano le due squadre più “indisciplinate” del torneo, uniche ad aver subito, fino ad ora, una penalizzazione dalla classifica disciplina (-1 punto in classifica per ciascuna squadra). L’incontro termina 3-0 per i giallorossi, che confermano quanto di buono mostrato nelle partite precedenti, le reti portano la firma di Capitano al 9’ e Anastasio 43’, nel finale un’autorete di Bruno chiude l‘incontro.

Martedì è il turno di Napoli e Sassuolo, gli azzurri, favoriti, vogliono confermarsi, i neroverdi cercano punti per muovere la classifica. E’ il Napoli a fare la partita, segnando due reti nel primo tempo, firmate da Esposito e Leonetti, ed una nella ripresa del solito Esposito. Il Sassuolo riesce a segnare solo al 60’ con La Banca, nonostante abbia avuto diverse occasioni per accorciare le distanze durante l’incontro.

Riprende il suo cammino verso la vetta la Spal dopo la sconfitta nello scontro diretto della scorsa settimana. A subirne le conseguenze è un Crotone orgoglioso e grintoso, che tiene testa all’avversario per tutta la partita e che ha avuto anche la possibilità di vincerla, a dimostrarlo è anche il risultato, 1-0 per gli spallini, con goal di Fuoco all’ottavo minuto del primo tempo. La Spal si conferma squadra organizzata, cinica e determinata.

Dopo cinque giornate la vetta della classifica è colorata di bianco e di azzurro, con tre squadre al vertice, Lazio, Napoli e Spal. A seguire, con tre punti di distacco un altro terzetto, composto da Roma, Bologna e Cagliari.

Risultati 5° giornata
SPAL-CROTONE 1-0; NAPOLI-SASSUOLO 3-1; TORINO-INTER 4-4; ROMA-SAMPDORIA 3-0; VERONA-BOLOGNA 0-6; GENOA-FIORENTINA 3-3; LAZIO-CAGLIARI 2-4

Classifica 5° giornata
Lazio, Napoli e Spal 12; Roma, Bologna e Cagliari 9; Fiorentina e Genoa 8; Inter  5; Crotone e Sampdoria 4; Sassuolo e Torino 2; Verona 0

 

Related posts