Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tutino schianta il Trapani (4-2): tripletta e playoff con la Sicula Leonzio

Tutino schianta il Trapani (4-2): tripletta e playoff con la Sicula Leonzio

L’attaccante, in forma smagliante, realizza una doppietta nel primo tempo e il 4-2 finale. Il Cosenza (avanti di 3-0) soffre nella ripresa, ma Saracco si supera ed evita il pari.

Sarà Cosenza-Sicula Leonzio la prima partita dei playoff venerdì prossimo perché la Juve Stabia ha strappato un punto sul campo della Reggina. L’orario è ancora da decidere, ma a prescindere il Cosenza ha lanciato il messaggio che i tifosi e l’allenatore si aspettavano. Battere 4-2 il Trapani con un primo tempo perfetto e una ripresa in cui si è rischiato troppo è un biglietto da visita importante. In più si è sfatato anche il tabù-Marulla, stadio in cui i rossoblù non vincevano dal lontano 21 gennaio. Tutino, con una tripletta, e Saracco, con un paio di interventi clamorosi sul 3-2, hanno regalato il quinto posto alla formazione del presidente Guarascio.

Formazioni rimaneggiate in campo, con Braglia e Calori che pensano già ai playoff preservando qualche diffidato. Tra i rossoblù davanti  Saracco giocano Pasqualoni, Dermaku e Camigliano, mentre in cabina di regia Bruccini sostituisce l’infortunato Palmiero: solo panchina per Loviso con Calamai mezzala destra. Sulle corsie laterali Boniotti e D’Orazio giostreranno rispettivamente a destra e a sinistra di Bruccini e Trovato. In attacco, invece, spazio a Perez e Tutino. Sulla sponda siciliana tocca a alla coppia Murano-Evacuo.

La fase di studio, molto stucchevole, dura circa un quarto d’ora. Poi passa il Cosenza con Tutino. Perez è bravo a difendere la palla in area in un corpo a corpo che non piega. Il fantasista napoletano, in un buon periodo di forma, approfitta della situazione e spedisce in rete alle spalle di Furlan. La risposta è in una punizione di Palumbo: perfetta l’esecuzione, sfortunato l’esito. La palla bacia il legno e termina fuori e sull’azione successiva Tutino firma la sua seconda doppietta consecutiva approfittando di una dormita clamorosa della retroguardia del Trapani. Il Cosenza mostra automatismi molto oliati, con attenzione maniacale in fase di non possesso e cinismo sotto porta. Calori, inviperito con i suoi, al 35’ effettua un doppio cambio: fuori gli inguardabile Silvestri e Scarsella per Fazio e Steffè. Un minuto dopo il difensore non ripaga la fiducia del tecnico e devia nella propria porta un cross di Boniotti: per i siciliani è notte fonda.

La ripresa è tutta un monologo con il Trapani che alza sensibilmente il baricentro alla ricerca di una scintilla, di un episodio che possa dargli speranze. L’occasione però capita al Cosenza con Perez che si procura un rigore per una testata. Bruccini calcia, Furlan para e la partita cambia dopo un time-out accordato dall’arbitro per il sole che per la prima volta in stagione ha riscaldato di suo il Marulla. Drudi, un difensore, in sette minuti fa doppietta di testa e Saracco salva il risultato in altre due occasioni. E’ il palo al 91’ che nega una clamorosa tripletta a Drudi e che manda il Catania al secondo posto. L’epilogo? La tripletta di Tutino che in contropiede fa 4-2 e si porta a casa il pallone. Da oggi inizia un altro campionato, quello che i tifosi del Cosenza aspettavano da ottobre. (Antonello Greco)

CRONACA.
1′ Inizia il match. Cosenza in maglia rossoblù, Trapani in divisa bianca
10′ Squadre che giocano prevalentemente a centrocampo con i rossoblù più propositivi rispetto ai siciliani
17′ Goooooool del Cosenza. Perez riceve palla e serve Tutino che a tu per tu Con Furlan lo trafigge senza lascire scampo: 1-0
25′ Punizione di Palummo che scheggia la traversa
27′ Gooooooooool del Cosenza. tutino ruba palla sui 35 metri con la sua velocità brucia sia Drudi che paglarulo e batte ancora una volta l’estremo difensore Furlan: 2-0
28′ Tiro di Boniotti che termina fuori
30′ Dermaku serve Perez che prova il tiro ma la palla termina a lato, ma il direttore di gara ferma tutto per fuorigioco
35′ Doppio cambio per Calori. Fuori Silvestri e Scarsella, dentro Fazio e Steffè
36′ Gooooooooool del Cosenza. Boniotti mette al centro, Fazio prova a togliere la sfera ma infila la palla nella sua porta: 3-0
38′ Prova a reagire il Trapani con Evacuo ma il suo tiro termina sopra la traversa
40′ Marras ci prova ma saracco risponde deviando in angolo. Dagli sviluppi del corner Fazio prova il tiro ma saracco ancora una volta respinge la minaccia bloccando la sfera
45′ Un minuto di recupero
45’+1′ Termina la prima frazione di gioco con il Cosenza avanti di tre reti
SECONDO TEMPO
1′ Riprende il match. Terzo cambio per il Trapani. Fuori Marras e dentro Dambros
6′ Ripartenza del Trapani in contropiede, Murano riceve palla entra in area e prova il tiro rasoterra che però termina a lato
11′ Cosenza ancora pericoloso. Bruccini prova a servire in area Perez con un passaggio filtrante he sfiora e per poco non beffa Furlan che fa sua la sfera in due tempi
13′ Dambros ci prova dal limte ma Saracco blocca senza problemi
15′ Bruccini serve Perez al limite, l’attaccante rossoblù stoppa di petto, entra in area di rigore e viene colpito al volto, per il direttore di gara è calcio di rigore. Prima del pnalty doppio cambio per il Cosenza. Dentro Okereke e Loviso fuori Perez e Calamai
16′ Bruccini si incarica di calciare il penalty ma Furlan respinge il tiro
17′ Fuori Corapi e dentro Aloi
20′ Fuori Camigliano e dentro Pascali
23′ Fuori Murano e dentro Campagnacci
25′ Dentro Corsi e Ramos, fuori Pasqualoni e D’Orazio
27′ Bastoni ci prova dal limite dell’area il suo tiro viene deviato in angolo. Dagli sviluppi del corner Drudi colpisce di testa e mette in rete: 1-3
35′ Il Trapani trova il gol del 2-3 con Drudi che davanti la porta si trova la palla tra i piedi e da terra trafigge Saracco: 2-3
40′ Occasionissima per i siciliani con Campagnacci che calcia ma di prima intenzione al volo ma Saracco si supera negando la rete
45′ Cinque minuti di recupero
45’+1′ Occasionissima per il Trapani con Steffè che colpisce il palo
45’+4′ Goooooool del Cosenza. Tutino chiude il match siglando la tripletta personale: 4-2
45+6′ Squadre negli spogliatoi.

 

Il tabellino:
COSENZA (3-5-2): Saracco; Pasqualoni (25’ st Corsi), Dermaku, Camigliano (21’ st Pascali); Boniotti, Calamai (16’ st Loviso), Bruccini, Trovato, D’Orazio (25’ st Ramos); Tutino, Perez (16’ st Okereke). A disp.: Zommers, Ramos, Mungo, Collocolo, Baclet. All.: Braglia
TRAPANI (3-5-2): Furlan; Silvestri (35’ pt Silvestri), Pagliarulo, Drudi; Marras (1’ st Dambros), Scarsella (35’ pt Steffè), Corapi (18’ st Aloi), Palumbo, Bastoni; Murano (24’ st Campagnacci), Evacuo. A disposizione: Pacini, Fazio, Rizzo, Steffè, Canino, Girasole, Ferretti, Dambros, Minelli, Musso. All.: Calori
ARBITRO: Mei di Pesaro
MARCATORI: 17’ pt Tutino (C), 26’ pt  Tutino (C), 37’ pt Fazio (T, aut.), 28’ st Drudi (T), 35’ st Drudi (T)
NOTE: Spettatori circa 1200 con sparuta rappresentanza ospite. Osservato un minuto di silenzio per onorare la memoria del cantautore cosentino Mario Gualtieri. Al 17’ st Bruccini (C) sbaglia un calcio d rigore. Espulsi : -. Ammoniti: Bruccini (C), Pasqualoni (C), Fazio (T), Tutino (c). Angoli: 6-1 per il Trapani. Recupero: 1’ pt – 5’+1’ st

 

Related posts