martedì,Novembre 30 2021

Femminicidio a Fagnano Castello, ecco dove è stata uccisa Sonia Lattari FOTO | PARLA GIOVINAZZO

Sonia Lattari è stata uccisa con più di dieci coltellate. Il marito, Giuseppe Servidio, ha esploso la sua rabbia al termine di una lite.

Femminicidio a Fagnano Castello, ecco dove è stata uccisa Sonia Lattari FOTO | <strong><u><a href="https://www.cosenzachannel.it/2021/09/13/femminicidio-a-fagnano-castello-parla-il-tenente-colonnello-giovinazzo/"> PARLA GIOVINAZZO </a></u></strong>

Più di dieci coltellate hanno ucciso Sonia Lattari, 43enne, madre di due figli, nel pomeriggio di oggi, lunedì 13 settembre 2021, a Fagnano Castello. L’autore dell’omicidio è il marito, Giuseppe Servidio, 52 anni, camionista, che al termine di un’accesa lite, ha deciso di ammazzare la sua compagna di vita. Fagnano Castello, ovviamente, è sotto shock.

Giuseppe Servidio, dopo essersi reso conto del delitto consumato, ha invocato l’aiuto dei carabinieri, ai quali si è consegnato al loro arrivo. L’omicidio si sarebbe consumato nella cucina nella casa della coppia in via Gramsci, le pareti sono cosparse ancora del sangue della vittima. Anche Servidio, visibilmente scosso, era macchiato di sangue e ferito a sua volta a una mano. Secondo alcune indiscrezioni, la donna avrebbe tentato di difendersi con le braccia ma le sarebbe stato fatale un colpo infertole all’altezza addome. Alla scena non hanno assistito i due figli della coppia, entrambi maggiorenni.

Le indagini sono condotte dal pm di turno Domenico Frascino, sotto il coordinamento del procuratore di Cosenza Mario Spagnuolo. Alcuni conoscenti riferiscono che, da qualche tempo, la coppia stava attraversando un periodo di crisi. A scatenare l’ira dell’uomo, sempre secondo indiscrezioni, sarebbe stato il rientro a tarda ora da parte della moglie nella serata di ieri ma questi aspetti dovranno essere chiariti anche nel corso dell’interrogatorio che già questa sera il pm dovrebbe effettuare nella Compagnia dei carabinieri di San Marco Argentano dove si trova adesso Servidio rinchiuso in camera di sicurezza.

Articoli correlati