domenica,Aprile 14 2024

Strage di migranti, Iacucci: «Basta agli slogan e all’odio di fronte a tragedie come questa»

Il vicepresidente del Consiglio regionale afferma: «Oggi è il giorno del dolore, dinanzi a questo orrore le parole sono superflue»

Strage di migranti, Iacucci: «Basta agli slogan e all’odio di fronte a tragedie come questa»

«Ancora un’immane tragedia nelle acque del Mediterraneo, questa volta a Steccato di Cutro, dolorosamente vicino a noi, in una Calabria da sempre terra di accoglienza. In seguito al rovesciamento di un barcone hanno perso la vita almeno una quarantina di migranti tra cui tanti bambini. Il loro sogno di una vita migliore si è spezzato come quel barcone che li trasportava». Ad affermarlo, in una nota, è il vicepresidente del Consiglio regionale Franco Iacucci commentando la strage di migranti avvenuta nel naufragio di questa mattina.

«Siamo sconcertati ancora una volta – prosegue – dinanzi a questo orrore e le parole sono superflue. Oggi è il giorno del dolore. Eppure non si può non indignarci per le troppe volte in cui alle politiche di accoglienza si sono preferiti gli slogan e l’odio. Una vergogna che non può più andare avanti».

«Come ha detto anche Papa Francesco, un grazie doveroso ai soccorritori e agli operatori dell’accoglienza, di oggi e non solo – conclude –. Il loro lavoro è forse l’unica speranza di riscatto per un mondo che sembra aver perduto l’umanità».

Articoli correlati