martedì,Luglio 23 2024

Politano: «Al San Francesco di Paola ancora possibili interventi di chirurgia»

Il sindaco sta avendo interlocuzioni con Occhiuto per l'ospedale. E la sua maggioranza chiede se sia possibile sfruttare il PNRR per un nuovo nosocomio

Politano: «Al San Francesco di Paola ancora possibili interventi di chirurgia»

«Incontreremo nuovamente il Presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, per interloquire sul riordino della rete ospedaliera regionale, con particolare attenzione rivolta verso l’Ospedale San Francesco. Intanto – da giorni, in silenzio, lontano dai riflettori della campagna elettorale e attraverso il dialogo istituzionale – abbiamo sentito lo stesso commissario della sanità calabrese e i vertici dell’Asp di Cosenza». Lo afferma l’amministrazione comunale della città di Paola guidata dal sindaco, Giovanni Politano.

«Sebbene non ci sia ancora nulla di stabilito – spiega in una nota il primo cittadino – abbiamo ricevuto ancora una volta, rassicurazioni. Nel presidio ospedaliero di Paola sarà comunque possibile effettuare operarazioni di chirurgia, tenendo conto della logistica sanitaria dello Spoke Paola-Cetraro e sulla quale la politica non può e non deve fare pressioni».

Giovanni Politano prosegue: «Partendo dal presupposto che sulla sanità non possono esistere campanilismi e che l’Ospedale di Paola non perderà nel corso del tempo nessun reparto, la volontà del presidente Occhiuto è quella di potenziare i servizi e non di spostare i reparti. Comprendiamo la preoccupazione dei cittadini liberi che bene fanno a manifestare il loro disappunto, ma è finita l’era dei reparti da spostare, così come è conclusa la politica dell’orticello da coltivare a danno degli altri».

Per il sindaco di Paola «bisogna ampliare la prospettiva». «La sanità – dice – non si cambia con i vecchi metodi. Grazie anche al lavoro di questa amministrazione comunale, del sindaco e dell’assessore alla Sanità, Antonio Logatto, potenzieremo il San Francesco in un’ottica di implemento dell’offerta sanitaria di tutto il Tirreno Cosentino e lo faremo senza futili campanilismi, ormai superati».

La maggioranza rende noto inoltre: «Siamo in una fase preliminare, ma l’ospedale San Francesco – che nessuno vuole svendere – potrebbe presto attivare il reparto dell’emodinamica. Inoltre l’oncologia sarà potenziata. Sarà possibile avere anche una Stroke Unit per intervenire sugli Ictus. Resta Chirurgia, resta il pronto soccorso e abbiamo anche pista per atterraggio elisoccorso».

«La vera sfida da affrontare – sottolinea ancora la maggioranza – sarà trovare i medici e il personale per far funzionare i reparti e fornire adeguati servizi, altro che spostamenti. Insieme all’assessore con delega alla Sanità, Antonio Logatto, chiederemo al Presidente Occhiuto di valutare se esistono le condizioni – magari mediante fondi del PNRR -per realizzare un unico e nuovo ospedale dove poter ospitare tutte le branche specialistiche. La Sanità non può essere legata alla politica, bisogna guardare al futuro. Puntiamo in grande».

Articoli correlati